Primo via libera: anche la Svezia verso la Nato

Dopo una riunione straordinaria, arriva il sì del Partito socialdemocratico. Il blocco della Turchia? Secondo il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg non ci sono problemi

Primo via libera: anche la Svezia verso la Nato

C'è il sì del Partito socialdemocratico, che attualmente detiene la maggioranza nel Riksdag, per l'entrata della Svezia nella Nato. Come già annunciato nei giorni scorsi, dunque, il paese scandinavo pare proprio pronto a fare un passo in avanti, probabilmente insieme alla Finlandia, che ha già fatto sapere di essere pronta a possibili ripercussioni russe. La candidatura ufficiale, insomma, pare ormai certa.

"I socialdemocratici lavoreranno quindi per garantire che la Svezia, se la domanda sarà approvata, esprima riserve unilaterali contro il dispiegamento di armi nucleari e basi permanenti sul territorio svedese", si legge in una nota ufficiale rilasciata dal governo svedese riportata dalle principali agenzie di stampa. Il partito di maggioranza si è detto pronto a sostenere la candidatura del paese nella Nato e rinunciare, dunque, alla storica posizione neutrale della nazione. Non a torto, dunque, si parla di una svolta storica.

Poche ore dopo il comunicato, infatti, è stata formalizzata l'intenzione di presentare la domanda per far aderire la Svezia all'Alleanza atlantica. La decisione è stata presa al termine di una riunione straordinaria.

Resta intanto l'opposizione manifestata dalla Turchia, che tramite il suo ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu ha fatto sapere che bloccherà in tutti i modi l'entrata di Finlandia e Svezia nella Nato, perché "stanno supportando i terroristi del Pkk, che ci attaccano quotidianamente, in un'alleanza si è solidali".

Secondo il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, tuttavia, il problema potrebbe essere risolvibile. "Sono fiducioso che riusciremo a trovare un terreno comune e un accordo, un consenso su come andare avanti sulla questione dell'adesione. Perché tutti gli alleati concordano sul fatto che la 'porta della Nato è aperta'", ha dichiarato, come riportato da Nova. "Gli alleati concordano sul fatto che il processo di allargamento della Nato è stato un grande successo per molti, molti anni", ha aggiunto,"quindi, se Finlandia e Svezia si candidano e si uniscono alla Nato, quello sarà un momento storico per l'Europa, per la Finlandia, la Svezia, per la Nato e per un intero legame transatlantico".

Stoltenberg ha inoltre spiegato di aver già contattato il ministro degli Esteri turco e si è detto sicuro che verrà dato presto seguito alla richiesta di adesione di Finlandia e Svezia. "La Turchia ha chiarito che la loro intenzione non è quella di bloccare l'adesione", ha concluso.

Commenti