Sviene mentre il partner le pratica sesso orale: per i medici era un ictus

L'ictus sarebbe stato dovuto al cambiamento della pressione sanguigna, forse causato dal sesso

Sviene mentre il partner le pratica sesso orale: per i medici era un ictus

È svenuta mentre il partner le praticava sesso orale. Quando ha ripreso i sensi ha avvertito un mal di testa moderato e il compagno ha deciso di portarla in ospedale, per capire cosa fosse successo. Lì i medici hanno scoperto che la donna, una 44enne della Gran Bretagna, era stata colpita da un ictus.

Le scansioni al cervello hanno rivelato che un piccolo vaso sanguigno si era rotto nel cranio: si trattava di una piccola emorraggia, intervenuta tra il cranio e il cervello. I medici non hanno detto che sia stato il sesso orale a causare direttamente l'ictus, ma hanno spiegato che i cambiamenti della pressione sanguigna durante l'attività sessuale sono "ben descritti" come causa di rottura dei vasi. I dottori hanno registrato il caso della donna, che dovrebbe risalire all'ottobre del 2018, sulla rivista medica BMJ Case Reports:"La paziente ha riferito di avvicinarsi all'orgasmo mentre riceveva sesso orale dal suo partner, prima di perdere conoscenza".

I ricercatori hanno ricordato che gli studi di monitoraggio dell'arteria durante il coito hanno rivelato un cambiamento di pressione sanguigna durante il rapporto, "con particolari aumenti durante l'orgasmo".

La donna ha trascorso due settimane in ospedale, durante le quali i medici hanno eseguito un avvolgimento endovascolare, che prevede l'iniezione di metalli nell'arteria per innescare la coagulazione e interrompere il sanguinamento. La giovane è poi stata rimandata a casa, senza il rischio di problemi duraturi.

Commenti