"Con Trump è emerso un mondo nuovo". Ora la Le Pen vuole prendersi la Francia

La Le Pen: "Trump ha reso possibile l'impossibile". E ora sogna di vincere le presidenziali del 2017: "Francesi, ribaltate il tavolo delle élite"

"Con Trump è emerso un mondo nuovo". Ora la Le Pen vuole prendersi la Francia

Nell'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, Marine Le Pen intravede "l'emergere di un nuovo mondo". E spera che lo stesso possa avvenire anche in Francia e in tutta l'Europa. "Trump ha reso possibile ciò che veniva presentato come impossibile, quindi è davvero la vittoria del popolo sull'élite", spiega la leader del Front National invitando dai microfoni della Bbc la gente a "ribaltare il tavolo attorno al quale le élite stanno dividendosi ciò che dovrebbe andare al popolo".

La Le Pen guarda alle elezioni presidenziali del prossimo aprile. Secondo gli ultimi sondaggi, riportati oggi dall'Huffington Post, potrebbe vincere il primo turno, ma perderebbe al ballottaggio qualunque sia il suo avversario. Il trionfo di Trump nel Stati Uniti, però, le ha dato una chance in più. "Ha reso possibile ciò che veniva presentato come impossibile", spiega la leader di estrema destra francese vedendo nella vittoria del tycoon americano "una pietra supplementare nell'emergenza di un nuovo mondo che ha la vocazione di rimpiazzare un ordine antico".

Nell'intervista alla BBC, la Le Pen non nasconde di vedere nelle elezioni americane un segnale favorevole per la sua candidatura alle presidenziali francesi del 2017. "Auspichiamo che anche in Francia il popolo possa rovesciare il tavolo attorno al quale le elite si spartiscono ciò che spetterebbe ai francesi", aggiunge tracciando un parallelo tra il "no" francese al referendum sulla costituzione europea del 2005 e il voto britannico per la Brexit. "Tutte queste elezioni - continua - sono quasi un referendum contro questa mondializzazione selvaggia che ci è stata imposta, che è stata imposta ai popoli e che oggi mostra chiaramente i suoi limiti".

A proposito della Russia, secondo la leader del Front National, non c'è motivo perché l'Europa debba temere il presidente Vladimir Putin. "Faremmo meglio, se vogliamo un'Europa potente, a negoziare con la Russia, ad avere accordi di collaborazione con essa, accordi commerciali", conclude la Le Pen sottolineando che è stata l'Unione europea ad aver destabilizzato il Vecchio Continente, e non la Russia.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento