"La Turchia non esiste più" Il post su Facebook di un pilota russo

Un pilota dell'aviazione russa, Valery Nesmeyanov, ha pubblicato un post su Facebook - subito diventato virale - per commentare l'abbattimento del Sukhoi di ieri

"La Turchia non esiste più" Il post su Facebook di un pilota russo

Un pilota dell'aviazione russa, Valery Nesmeyanov, ha pubblicato un post su Facebook - subito diventato virale - per commentare l'abbattimento del Sukhoi di ieri: "A partire da oggi, la Turchia per me non esiste più... Sotto qualsiasi forma. Voglio spiegare il perché. I nostri aerei sono stati abbattuti in Afghanistan, in Cecenia, in Ossezia del Sud, in molti conflitti...Ma sono stati colpiti dal nemico, in battaglia...Tu spari a lui, lui spara a te, è comprensibile...E non importa quanto dure siano le perdite, perché per me, che sono un pilota militare, questo è normale. Non esiste una guerra senza perdite e noi, i militari, siamo stati preparati per questo...Ma oggi.... È TRADIMENTO e IPOCRISIA infinita. Dichiarate di essere un alleato nella lotta contro il male assoluto e poi voi stessi pugnalate alla schiena coloro che più attivamente stanno lottando contro questo male...E non parlo dello sconfinamento, che sia successo o no questo è tutto senza senso...I professionisti capiranno senza stare a discutere...Un attacco vigliacco da dietro l'angolo...Ecco cosa è stato....Non per niente si canta la canzone: 'Non ci serve la riva turca'".

Commenti