"Pompeo pronto a svelare le prove dell'origine del Covid nel laboratorio di Wuhan"

Le imminenti prove dell’amministrazione Usa sulle origini del Covid farebbero riferimento agli studi segreti dell’Istituto di virologia di Wuhan

L’amministrazione Trump sarebbe pronta a pubblicare rivelazioni “esplosive” riguardo alle origini del Covid, con le prove del fatto che il coronavirus sarebbe stato realizzato artificialmente. Tale dossier incendiario sarebbe l’ultimo dirompente atto dell’esecutivo federale uscente, diretto a inasprire ancora di più i rapporti con Pechino. A esporre le presunte evidenze raccolte finora da Washington riguardo alla creazione del morbo in un laboratorio di Wuhan sarà a breve, a detta di fonti citate dalla stampa britannica, il segretario di Stato Mike Pompeo.

Nei mesi precedenti, l’amministrazione Usa aveva più volte puntato il dito contro un determinato laboratorio ubicato a Wuhan e specializzato proprio in studi di virologia, accusando tale ente di ricerca di essere implicato nello sviluppo artificiale del Covid. Adesso, negli ultimi giorni di governo Trump, sembra stia per arrivare il momento in cui gli Stati Uniti esibiranno al mondo le prove di tale ipotesi ventilata in precedenza.

Le fonti citate sono state contattate dal giornale londinese Daily Mail e sono state presentate dallo stesso come “funzionari di lungo corso” dell’esecutivo federale. Secondo questi funzionari di spicco, Pompeo sarebbe pronto a fare un “intervento esplosivo”, a presentare appunto le prove documentali del fatto che il coronavirus sarebbe uscito da un laboratorio di Wuhan. Il segretario di Stato, nel dettaglio, starebbe per svelare documenti attestanti che il SARS-CoV-2 non sarebbe stato trasmesso all’uomo per vie naturali, ossia da pipistrelli, pangolini o altre specie di animali, ma sarebbe stato progettato in laboratorio, da scienziati dell’Istituto di virologia di Wuhan, un ente di ricerca molto chiacchierato. Per la precisione, l’istituto citato era finito in passato nel mirino sia di scienziati occidentali sia cinesi, secondo cui il personale della struttura non rispettava alla lettera le precauzioni in materia di bio-sicurezza. Relativamente alle accuse su quest’ultimo punto, funzionari statunitensi, ricorda il giornale, avevano visitato il laboratorio di Wuhan incriminato nel 2018 e denunciato lì “una grave carenza di tecnici e ricercatori formati in modo adeguato”, mentre, nel 2019, leader comunisti cinesi avevano segnalato una gestione lassista del medesimo istituto riguardo alla bio-sicurezza. Lo stesso Pompeo dovrebbe anche evidenziare gli stretti legami tra l’Istituto locale di virologia e l’esercito nazionale del Dragone, addestrato anche alla guerra chimica e batteriologica contro i nemici della Cina.

Sempre secondo i funzionari americani interpellati dalla testata britannica, il capo uscente della diplomazia Usa, nel suo imminente intervento pubblico, accuserà una specifica unità di ricerca del laboratorio di Wuhan quale principale artefice del morbo pandemico, l’unità “P4. Quest’ultima dovrebbe venire accusata dal Segretario di Stato di avere sempre svolto una duplice funzione, “civile e militare”, coperta costantemente dalla massima segretezza. Dopo avere esposto le prove alla base della tesi dell’origine artificiale del Covid, Pompeo sarebbe ponto a indirizzare verso l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) le proprie accuse. Il membro dell’amministrazione Trump, affermano le fonti del Daily Mail, biasimerebbe l’organizzazione internazionale di avere contribuito a un vero e proprio insabbiamento delle indagini sulle reali origini del coronavirus, rifiutandosi reiteratamente di prendere in considerazione il possibile ruolo del laboratorio cinese nell’avvio della pandemia.

Il fatto che un giornale britannico abbia pubblicato le indiscrezioni citate in merito alle responsabilità degli scienziati del Dragone nello sviluppo del Covid ha subito indotto l’esecutivo di Londra a prendere ufficialmente posizione nel dibattito relativo alle origini del morbo pandemico. Il Ministero degli Esteri britannico e le fonti della sicurezza di Sua Maestà hanno infatti confermato che si aspettavano le nuove accuse di Washington alla Cina relativamente alle attività segrete dell’Istituto di Wuhan. Tuttavia, le medesime autorità di Londra hanno contestualmente fatto sapere di non condividere affatto le evidenze che Pompeo starebbe per svelare, ribadendo che “tutte le prove scientifiche credibili non indicano che il virus sia uscito da un laboratorio”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Happy1937

Gio, 14/01/2021 - 10:25

Che il virus sia stato costruito nel la

Happy1937

Gio, 14/01/2021 - 10:27

Che il virus sia stato costruito nel laboratorio di Wuhan, messo in piedi con la sconsiderata collaborazione dei Francesi, è cosa risaputa fin dal primo momento. Il dubbio è se sia uscito per sbaglio o per vincere facilmente la Terza Guerra Mondiale.

oracolodidelfo

Gio, 14/01/2021 - 11:12

Happy1937 10,37 - considerando come è messa la Cina e cioè il basso numero dei contagiati, il basso numero delle vittime in rapporto alla popolazione, al fatto che solo la Cina ha un Pil del +4,9% mentre tutto il mondo porta il segno negativo a due cifre.......ogni giorno che passa...il dubbio si trasforma in...certezza! Aggiungo gli ostacoli posti dalla Cina all'ispezione dell'OMS (carrozzone inutile, dannoso, costoso e...diversamente trasparente...vedasi il caso Ranieri Guerra/Zambon) Come mai la Cina è stata la prima a sviluppare il vaccino Sinovac? Forse perchè conosceva bene il virus? Perchè è stato fornito in via prioritaria ai ricchi Paesi del Golfo? Notizie reperibili sul web.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/01/2021 - 11:34

Non è più il segreto di pulcinella, nonostante le sinistre di tutto il mondo cerchino di nasconderlo.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Gio, 14/01/2021 - 11:43

Che il virus sia stato "costruito" in un laboratorio di Wuhan, con l'appoggio dei francesi, è la ricorrente bufala stratoseferica che affascina le deboli menti dei complottisti di professione. E il sig. Pompeo non sta per rivelare nessuna "prova" del misfatto: sta solo facendo da megafono al suo burattinaio Trump, che sta concludendo il suo mandato nel modo più infame e triste della storia, con ben 2 impeachment sul groppone e una fama da arrogante sovversivo. Pompeo elencherà una serie di finte notizie e assurde ipotesi sull'origine di COVID-19, che altro non è che uno delle MIGLIAIA di nuovi virus che Madre Natura genera ogni anno.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Gio, 14/01/2021 - 11:50

Mostraci le prove, mr. Pompeo... e teniamoci pronti a ridere.

lorenzovan

Gio, 14/01/2021 - 11:55

sara' come i tre misteri di fatima..o le famose prove sui brogli elettorali...lolololo

ilrompiballe

Gio, 14/01/2021 - 12:26

Non credo ci saranno mai le prove, comunque è strano che il virus abbia colpito di più Milano (8000 km) che non Shanghai (800 km). Ma forse i cinesi non lo dicono... Complottismo? No, constatazione.

lorenzovan

Gio, 14/01/2021 - 12:52

eh si ..i cinesi volevano colpire il mondo occidentale nel suo centro di potere..difatti hanno subito impestato la lombardia della lega e di Fontana...lolololololololololo

fabio_

Gio, 14/01/2021 - 13:04

@diplomatico.Il problema non è così semplice. La natura non genera ogni anno virus chimerici come questo (che si reputa dovuto alla ricombinazione e fusione di un virus del pipistrello ed uno del pangolino, ma senza aver mai trovato un ospite intermedio necessario), cosa in realtà, assai rara. Mentre virus chimerici si stanno ormai ottenendo in laboratorio da diverso tempo (cosa risaputa, non segreta; vedi ad esempio il servizio fatto dalla RAI qualche tempo fa). Assicurarsi che qualcuno non stia "giocando" con troppo azzardo nella competizione sul futuro (sociale, economico e militare) dell'ingegneria genetica non è sicuramente da "menti deboli", ma ,anzi , dovrebbe essere un obbligo per la sicurezza del pianeta.

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Gio, 14/01/2021 - 13:43

Il Sars Cov2 o Covid-19 o Coronavirus, chiamatelo come volete, è stato solo il primo TEST preliminare alla "vera" guerra che alcuni Paesi stanno preparando contro l'Occidente. Il VERO VIRUS che ci ammazzerà tutti molto più velocemente del Covid 19 sta per arrivare. Cin Cin ... si fa per brindare ... chi ci comanderà fra dieci anni???

donzaucker

Gio, 14/01/2021 - 14:27

Ennesima balla dell'amministrazione Trump, come quella secondo cui doveva ottenere un nuovo mandato, che le elezioni erano truccate o che Mike Pence il 6 Gennaio poteva garantirgli la presidenza. Solo gli allocchi ci cascano, del resto i suoi più accaniti sostenitori sono dei bifolchi che si fanno fotografare mentre compiono reati federali.

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 14/01/2021 - 15:00

si glielo ha svelato Elivis Preasly

titina

Gio, 14/01/2021 - 15:29

L'ho sempre pensato che il virus è uscito dal laboratorio: in tutta la Cina mangiano i pipistrelli e ,guarda caso, solo a Wuhan esplodono i virus. Si sapeva che quel laboratorio non è a norma. Qualcuno si sarà infettato ed è scoppiata la pandemia perchè non hanno dato l'allarme in tempo, hanno voluto nascondere non prevedendo tutto questo macello.

DiegoGio

Gio, 14/01/2021 - 15:40

Se metaforicamente il tentente Colombo andasse in Cina a studiare il caso, probabilmnete si domanderebbe perchè in quello stato non è partita una capagna contro il "panino al pipistrello" ... E in Italia sarà partito da un panino con la mozzarella di Bufala?

arilibellula

Gio, 14/01/2021 - 15:57

ceerto, certo... solo una domanda: se è statoc reato nel whuan, come poteva circolare MESI prima in europa? Scommettiamo che queste prove non saranno mai presentate? O al limite si tratterà di "testimonianze" piene di buchi e contraddizioni?

gigi0000

Gio, 14/01/2021 - 16:21

Assoluta la possibilità di manipolazione di un virus in laboratorio e, magari di una fuga involontaria dello stesso, ovvero di quella volontaria di qualcuno, chissà se pagato dall'occidente, o di una combinazione delle due. Di certo la Cina, se mai avesse avuto intenzione di diffondere la pandemia, avrebbe fatto partire da sé stessa la diffusione e semmai ne avrebbe mandato qualche flacone proprio all'amico Trump. Le presunte prove? Stante il regime, non potrebbero che essere fasulle ed addomesticate ad hoc.

Atlantico

Gio, 14/01/2021 - 16:25

Porca miseria ! E non poteva pensarci prima ? Chissà adesso come si arrabbia Trump ! Mannaggia !

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 14/01/2021 - 16:30

oltre al virus hanno creato anche l'antivirus.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 14/01/2021 - 16:31

Sono abbastanza sicuro che quando scoppiò l'epidemia di spagnola, a Wuhan non ci fosse alcun centro segretissimo di ricerca sui virus, eppure, in un'epoca in cui non c'erano ancora gli aerei e la gente si spostava migliaia di volte meno che oggi, ci fu un'epidemia che durò anni e uccise decine di milioni di persone. Piaccia o non piaccia ma le epidemie sono fenomeni naturali che sono sempre avvenuti e ancora avverranno e, statisticamente, era certo che prima o poi sarebbe arrivata anche quella particolarmente severa. Poi tutto è possibile, anche che il SARS Cov-19 sia qualcosa di costruito (o più probabilmente isolato) in laboratorio e che da questo ne sia uscito per errori o dolo. E nel caso, tirare fuori oggi una qualche prova è impossibile dato che i cinesi hanno avuto tutto il tempo di ripulire bene qualsiasi traccia. Chi dice di averne è un cacciaballe che sa di prlare a gente che è disposta a credere a qualunque favola gli consenta di scaricare la colpa su qualcuno

ilbelga

Gio, 14/01/2021 - 17:18

egregio sig. Pompeo, Wuhan o no Wuhan, la Cina ha vinto la terza guerra mondiale, intendo quella economica...

QuasarX

Gio, 14/01/2021 - 18:54

attendiamo questo ma anche altri dossier perche' fermarci al covididi?

mau55

Gio, 14/01/2021 - 19:54

povero *diplomatico*