Usa, Trump pronto a varare un nuovo "Muslim Ban"?

Il nuovo provvedimento allo studio dell'amministrazione Trump dovrebbe essere adottato ufficialmente dalla Casa Bianca il prossimo 27 gennaio

Usa, Trump pronto a varare un nuovo "Muslim Ban"?

L’amministrazione Trump starebbe per infiammare l'anno delle presidenziali mettendo a punto una nuova e più dura versione del Muslim Ban varato dalla Casa Bianca nel gennaio di tre anni fa.

Secondo cinque fonti anonime vicine agli ambienti governativi e citate da Al Jazeera lo scorso venerdì, l’esecutivo federale sarebbe infatti al lavoro per ampliare l’elenco di destinatari del divieto di ingresso negli Usa.

La versione attuale dell’ordine esecutivo introdotto nel 2017, spiega l’emittente, proibisce di varcare il confine statunitense ai cittadini originari di cinque nazioni: Iran, Libia, Somalia, Siria, Yemen, Venezuela e Corea del Nord.

La misura anti-immigrazione in procinto di essere sottoscritta dal tycoon aggiornerebbe tale lista di Stati, affermano due delle fonti interpellate dal network, aggiungendovi“altri sette Paesi”.

A questi ultimi farebbe riferimento, in base alle testimonianze rilanciate dall’emittente del Qatar, un “documento”, contenente le linee generali del“Muslim Ban 2020”, che avrebbe recentemente iniziato a circolare ai piani alti della Casa Bianca. Sulla bozza, tuttavia, i nomi delle sette nuove nazioni colpite dalla linea dura di The Donald sarebbero ancora “oscurati”.

Le cinque fonti anonime, riferisce Al Jazeera, hanno però fornito dettagli utili a ipotizzare quali possano essere gli Stati su cui si abbatterà la rinnovata stretta di Trump. Le voci di corridoio in questione hanno infatti suggerito che i sette bersagli dell’ordine esecutivo in via di messa a punto possano essere in prevalenza proprio Paesi musulmani.

Alcune delle stesse testimonianze si sono spinte fino ad affermare che, nel rinnovato elenco allo studio della Casa Bianca, figurerebbero in primo luogo l’Iraq, il Sudan e il Ciad, ossia delle nazioni che comparivano nel primo “Muslim Ban” approvato dal tycoon tre anni fa. Le stesse sarebbero state in seguito escluse dalla “lista nera” per effetto delle riforme apportate all’ordine esecutivo originario dal governo federale.

Al Jazeera ha quindi specificato che, al momento, l’amministrazione Trump non avrebbe fornito alcuna conferma circa l’imminente adozione di un ulteriore provvedimento anti-immigrazione giusto nell’anno delle presidenziali. Le fonti citate dall’emittente hanno invece rivelato che il nuovo elenco di nazioni oggetto della linea dura di Washington verrà adottato ufficialmente il 27 gennaio, in coincidenza con il terzo anniversario della firma del primo “Muslim Ban”.

Commenti