Mondo

Venezuela, Salvini chiama Guaidò: "Sono contro Maduro, elezioni subito"

Il ministro dell'Interno ha ribadito la sua posizione nei confronti di Maduro durante l'incontro con i delegati venezuelani che sostengono Guaidó

Venezuela, Salvini chiama Guaidò: "Sono contro Maduro, elezioni subito"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini, durante l'incontro al Viminale con la delegazione venezuelana, ha chiamato Juan Guaidó. Lo ha reso noto il ministero dell'Interno.

All'incontro tra il vice premier italiano e la delegazione di sostenitori del presidente dell'Assemblea nazionale, erano presenti, fra gli altri, Francisco Jose Sucre Giffuni, Presidente della commissione Affari esteri dell'Assemblea nazionale, Antonio Ledezma, sindaco metropolitano di Caracas e Rodrigo Diamanti, rappresentante europeo del Venezuela per gli Aiuti Umanitari.

Durante l'incontro e nella telefonata, Salvini "ha confermato la dura presa di posizione nei confronti di Maduro ed il pieno sostegno al percorso costituzionale per arrivare al più presto ad elezioni libere". Il ministro dell'Interno ha inoltre garantito che sarà data massima priorità alla salvaguardia dell'incolumità di Guaidó e della sua famiglia.

I rappresentanti sudamericani hanno invece espresso "riconoscenza a Salvini per la vicinanza e solidarietà dimostrate e l'attenzione per risolvere l'attuale crisi umanitaria che sta colpendo tutti i venezuelani e più di 100 mila italiani che vivono" nel Paese.

Dopo l'incontro con Salvini, la delegazione venezuelana ha incontrato il ministro degli Esteri Moavero che li ha accolti "anche a nome di Conte". Resta, però, la posizione fredda del M5S. Secondo quanto scrive l'Agi, i Cinque Stelle si sarebbero lamentati perché la Farnesina non avrebbe ricevuto l'altra delegazione, quella che ha per capofila l'attuale viceministro per gli Affari europei del governo bolivariano, Yvan Gil.

Commenti