La baby profuga gattona davanti al muro di agenti: una foto creata ad hoc?

Ha meno di un anno la bimba siriana immortalata nelle immagini rilanciate dai giornali di mezzo mondo

La baby profuga gattona davanti al muro di agenti: una foto creata ad hoc?

Col suo pigiamino con i pupazzetti, bavaglino, e ricci rossi e spettinati gattona davanti a un cordone di polizia. È troppo piccola per capire dove si trova, sull'autostrada Istanbul-Edirne, assieme a tanti altri profughi siriani che tentano di passare il confine tra Turchia e Grecia, mentre i militari, schierati dietro gli scudi anti-sommossa, la osservano incuriositi.

Lei si guarda intorno, poi si siede. Le sue foto fanno il giro dei media e dei social, aprono il sito della Bbc e vengono rilanciate su Twitter: con e senza ciuccio, la piccola ha l'aria tranquilla di chi è nel box della sua stanzetta.

Non ha neppure un anno, è ancora troppo piccola per camminare. Che è una femminuccia si deduce dai minuscoli orecchini alle orecchie.

È l'ennesima baby migrante che fa il giro del web, per intenerire i cuori di chi la vede. E lei è troppo piccola per rendersene conto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento