"Vorrei una pizza ai peperoni...". E si salva grazie alla frase in codice

"Vorrei un pizza con pepperoni molto grande". La richiesta d'aiuto in codice al 911 salva una mamma dalla violenza domestica

"Salve, vorrei ordinare una pizza pepperoni". Con questa frase in codice, una donna statunitense, in circostanza di violenza domestica, è riuscita a chiamare il 911 evitando che il presunto aguzzino si accorgesse della richiesta d'aiuto.

Un'intuizione decisamente geniale quella di una ragazza residente ad Oregon, città nello stato dell'Ohio, che ha sottratto brillantemente sua madre dalle grinfie di un molestatore sospetto. Così, al al numero unico per le emergenze è giunta una telefonata piuttosto bislacca e difficile da decrittare. Di primo acchito – riporta la BBCNews – l'operatore Tim Teneyc, dispatcher del call center, ha pensato si trattasse di errore, che magari l'utente avesse composto un numero sbagliato. Ma quando la donna ha insisto con la "pizza pepperoni", ha intuito fosse una richiesta d'aiuto urgente. "Lo avevo letto su Facebook, nessuno è mai stato addestrato per questo genere di situazioni. – ha dichiarato l'uomo ai microfoni di un media locale – I miei colleghi hanno detto che non ci avrebbero proprio pensato se fosse successo a loro". Fatto sta che la strategia ha funziato e, dopo aver allertato la polizia, gli agenti del comando distrettuale si sono precipitati sul luogo della segnalazione mettendo in salvo le due vittime salvo poi trarre in arresto il presunto aguzzino.

Questa, la trascrizione della telefonata pervenuta al numero unico per le emergenze:

"Sig. Teneyc: Oregon 911

Donna: Vorrei ordinare una pizza pepperoni all'indirizzo (..)

Sig Teneyc: Hai chiamato il 911 per ordinare una pizza?

Donna: Sì, il mio indirizzo è (...)

Sig.Teneyc: Questo è il numero sbagliato per chiamare una pizza...

Donna: No, no, no. Non mi stai capendo

Sig. Teneyc: ....Okay, ora comincio a capire".

Nella telefonata successiva, la donna si è ingegnata come poteva per rispondere alle domande dell'operatore evitando che il sospetto molestatore potesse intuire qualcosa:

" Sig. Teneyc: L'uomo è ancora lì?

Donna: Sì, vorrei una pizza molto grande.

Sig Teneyc: Va bene. Ti serve un intervento medico?

Donna: No, solo pepperoni".

Non è chiaro da dove salti fuori l'idea, molto probabilmente si tratta di uno slogan proposto durante una campagna contro la violenza sulle donne promossa dalla Women's Shelter Association nel 2010 in Norvegia. Quattro anni dopo, nel 2014, in un forum su internet, un operatore del 911 raccontava di aver ricevuto la richiesta di una "pizza peperoni" da parte di una donna vittima di abusi domestici. L'escamotage le aveva salvato la vita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

simone64

Sab, 23/11/2019 - 14:04

Chapeau,geniale

old_nickname

Sab, 23/11/2019 - 15:45

Però adesso lo sanno anche gli aguzzini.

Giorgio Rubiu

Sab, 23/11/2019 - 16:58

Accurata la voce "pepperoni" con doppia "p". In America, come in Australia, la pizza con "pepperoni" è molto popolare e non ha nulla a che fare con i "peperoni" (in anglo-americano "capsicum") bensì con un salame piccante polacco e/o ungherese che si chiama, appunto, "pepperoni". Ammiro, in ogni caso, il sangue freddo della donna e l'intuizione dell'operatore di "Sig.Teneyc".