La Moratti: il piano del territorio sia il più condiviso possibile

Dopo
aver incassato il via libera politico sul pgt, il piano di governo del territorio, dal presidente del consiglio Silvio
Berlusconi, il sindaco di Letizia Moratti è tornata ad auspicare un’intesa tra maggioranza e opposizione per
arrivare a una rapida adozione del nuovo documento urbanistico che sostituirà il piano regolatore

Dopo aver incassato il via libera politico sul pgt, il piano di governo del territorio, dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il sindaco di Letizia Moratti è tornata ad auspicare un’intesa tra maggioranza e opposizione per arrivare a una rapida adozione del nuovo documento urbanistico che sostituirà il piano regolatore. «Penso che più il pgt diventa un documento condiviso e meglio è», ha affermato il sindaco in un momento di pausa dei lavori del Consiglio comunale ai quali ha oggi partecipato attivamente. In un frangente la presenza del primo cittadino in aula è stata fondamentale per garantire il numero legale, visto che l’opposizione non intende per il momento assicurare il quorum davanti alle defezioni del centrodestra. «Non dimentichiamo che il piano di governo del territorio - ha quindi osservato Letizia Moratti - è approdato in aula dopo un lungo percorso durante il quale ha avuto approfondimenti e dibattiti con centinaia di rappresentanze di categoria. È un documento che ha avuto un’elaborazione profonda: non siamo certo in una fase iniziale». Tuttavia il sindaco non si è nascosta le difficoltà di questo passaggio assembleare del pgt, segnato da assenze spesso pesanti tra la maggioranza e da un dibattito che procede a rilento. «Non è che in Parlamento fosse tanto diverso», ha scherzato il sindaco.

"Con Podestà piena sintonia" I rapporti tra il sindaco Letizia Moratti, e il presidente della Provincia, Guido Podestà, sono da sempre improntati a chiarezza e lealtà. Per smentire un articolo pubblicato oggi da La Repubblica (dal titolo "In cerca d’aiuto in casa del premier"), il sindaco in una nota, precisa che i rapporti con il presidente della Provincia Guido Podestà sono da sempre improntati a chiarezza, lealtà e a spirito di aperta collaborazione istituzionale. Il sindaco Moratti smentisce tassativamente di aver rivolto al presidente del Consiglio alcuna critica sull’operato del presidente Podestà e puntualizza che a margine dell’incontro tra il sindaco e il premier vi è stata una ulteriore riunione a cui ha partecipato tra l’altro lo stesso Podestà durante la quale sono stati esaminati i temi legati all’iter approvativo del Pgt, il piano di Governo del territorio, il nuovo strumento di pianificazione urbanistica comunale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.