La Moratti è pronta ma il Consiglio frena

La Moratti è pronta, ma i lavori del consiglio comunale la frenano. Quello di oggi era stato programmato per essere un discorso all’assemblea (e anche all’intera città) con l’intenzione di ripercorrere i risultati di questo primo scorcio di mandato. E, contemporaneamente, forse anche di anticipare progetti e programmi per il futuro. Quello immediato con i prossimi mesi di amministrazione. E magari anche quello un po’ più lontano con le strategie da perseguire in un’ipotesi di ricandidatura che sembra sempre più probabile.
Tutto già deciso. Con tanto di diretta tivù sul sito internet del Comune. Ma la Moratti non aveva fatto i conti con il programma del consiglio. E il momento più che delicato dovuto all’approvazione di uno spinoso piano casa. Scontate le polemiche del centrosinistra che l’accusa di scarsa attenzione ai lavori dell’aula. Diplomazie all’opera e la decisione di rimandare il tutto a mercoledì. Anche se l’opuscolo già stampato in 750mila copie dal Comune (a colori e in 14 pagine) per illustrare i risultati del lavoro di sindaco e giunta, sta già per essere spedito. E, probabilmente già prima di mercoledì, raggiungerà le case di tutti i milanesi. «Avevo dato da subito la mia disponibilità - spiega la Moratti - Poi però ho concordato con il capogruppo del partito di maggioranza, Giulio Gallera, di essere in consiglio mercoledì prossimo».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.