MotoGp, Rossi vola in pole Pedrosa e Lorenzo dietro

Sul circuito di casa, a Misano, il Dottore domina le prove del Gran premio di San Marino. Rilanciata la sfida con il compagno di squadra Lorenzo, secondo nella classifica mondiale

MotoGp, Rossi vola in pole 
Pedrosa e Lorenzo dietro

Misano - Valentino Rossi ha conquistato la pole position nella classe MotoGp del Gp di San Marino, tredicesimo appuntamento del Motomondiale 2009. Il pilota della Yamaha ha dominato le qualifiche sul tracciato di Misano. Il campione del mondo, alla sesta pole stagionale, partirà davanti alla Honda Repsol dello spagnolo Daniel Pedrosa e al suo compagno di team, l’iberico Jorge Lorenzo. Il "Dottore", che ha girato più veloce di tutti anche le prove libera, ha staccato il tempo di 1'34"330, mentre Daniel Pedrosa segue a 0"222 e Jorge Lorenzo a 0"470. Valentino insomma avverte tutti, dopo lo scivolone in pista nello scorso Gp a Indianapolis e la vittoria del suo compagno di squadra che si è avvicinato alla testa della classifica: è pronto a rispondere curva dopo curva, staccata dopo staccato per mantenere e consolidare la leadership mondiale. Rossi vuol vincere e tutti dovranno, ancora una volta, fare i conti con lui. 

Seguono i  migliori, Toni Elias (Honda Gresini), quarto ad aprire la seconda fila. Alle spalle del terzetto iberico, gli statunitensi Colin Edwards (Yamaha Tech3) e Nicky Hayden (Ducati), rispettivamente quinto e sesto. Ottavo tempo poi per Andrea Dovizioso (Honda Repsol), decimo tempo per Loris Capirossi (Suzuki) e dodicesimo tempo per Marco Melandri (Kawasaki), finito appena alle spalle del finlandese Mika Kallio (undicesimo), confermato sulla Ducati ufficiale al posto dell’australiano Casey Stoner, ancora fuori causa per la terza gara di fila per i noti problemi fisici. Sedicesimo si è infine piazzato Niccolò Canepa con la Ducati del team satellite Pramac.
Rossi guida la classifica iridata con 212 punti davanti a Lorenzo (187), Stoner (150) e Pedrosa (141).

Valentino: pole con l'acqua alla gola... "Ci aspettavamo la pioggia per nel pomeriggio, ma alla fine il tempo è rimasto più o meno quello di ieri". Queste le prime parole di un Valentino Rossi sorridente dopo la pole. "Abbiamo lavorato molto sul setting della moto - prosegue Vale - a tre minuti dal termine ero incasinato nel traffico, allora ho fatto il gesto estremo e ho cambiato le gomme. Non sapevo se poi avrei fatto in tempo ma alla fine sono riuscito a fare il mio miglior tempo con la gomma morbida. Un bell’ultimo giro con l’acqua alla gola prima della bandiera a scacchi". "Nelle qualifiche l’aderenza non era granchè e abbiamo trovato qualche difficoltà con l’assetto da gara. Poi, dopo una serie di modifiche, tutto ha funzionato alla perfezione", aggiunge il campione. "Sono felice di aver conquistato la pole qui a Misano. Sono riuscito a fare un gran primo giro con l’ultima gomma, è stato sufficiente", dice prima di evidenziare i meriti dei velocissimi meccanici. "Hanno cambiato la gomma come se fosse un pit stop di Formula 1, devo ringraziarli", aggiunge prima di pensare alla gara di domani, "dura", dice.

Sul casco compare "El sumer"... Serve una spiegazione per il nuovo casco: il pilota della Yamaha ha accantonato la versione tradizionale griffata dalla scritta "The doctor". Dopo la caduta e il ritiro nel Gp di Indianapolis, disputato domenica scorsa, il centauro di Tavullia ha deciso di indossare un casco dominato dall’immagine di un asino: "The donkey". Visto che il Gp di San Marino va in scena a Misano, a pochi chilometri da Tavullia, Rossi ha aggiunto anche una didascalia in dialetto: "El sumer". "In Italia - spiega Valentino - chi fa un errore stupido è un asino. Io ho fatto un errore stupido a Indianapolis...». 

Commenti