Mpi a piazza Navona contro la pedofilia «Castrazione chimica unico deterrente»

«Chiediamo che sia facoltà dei giudici disporre la castrazione chimica nei confronti di coloro che compiono reati di pedofilia». Per invocare la sperimentazione anche sugli stupratori seriali oggi il Movimento per l’Italia-PdL sarà in piazza Navona alle 11 in occasione dell’International Boy Love Day, la giornata dell’orgoglio pedofilo. «Noi non sappiamo - afferma il coordinatore regionale dell’Mpi Fabio Sabbatani Schiuma - quanto possa essere davvero utile, senz’altro se applicata come parte della pena di reati a sfondo sessuale, può costituire un buon deterrente anche per il reiterarsi dei reati. Negli Stati Uniti la sperimentazione è più avanzata: in California la castrazione chimica è obbligatoria dopo il secondo arresto per violenza carnale e può essere ordinata dai giudici anche al momento della prima condanna se la vittima ha meno di 13 anni».
«I nostri palloncini bianchi liberati nel cielo, come lo scorso anno, saranno la risposta all’annunciata esposizione in luoghi pubblici di candele azzurre accese, unite a biglietti, sui quali i pedofili autogiustificano il loro preteso diritto di amare liberamente i bambini», annunciano gli organizzatori della manifestazione, alla quale oltre a Schiuma saranno presenti il consigliere regionale Pino Palmieri e il consigliere comunale Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti