Musica

"Pensavo fosse ovvio...". Billie Eilish fa coming out

Ha fatto scalpore una recente intervista rilasciata da Billie Eilish. L'artista dopo la scia di polemiche mette un punto alla questione sulla sua identà sessuale

"Pensavo fosse ovvio...". Billie Eilish fa coming out

Ascolta ora: ""Pensavo fosse ovvio...". Billie Eilish fa coming out"

"Pensavo fosse ovvio...". Billie Eilish fa coming out

00:00 / 00:00
100 %

A soli 22 anni è già sul podio dei più grandi della musica contemporanea. Billie Eilish è, infatti, una tra le artiste più apprezzate dal pubblico, soprattutto dai più giovani. E soprattutto è una delle poche che ha scalato le classifiche grazie a uno stile unico e una voce intesa e fuori dal comune. Nel 2016 arriva alla ribalta con Ocean Eyes e nel 2019 il suo primo album arriva in cima alla top 200, diventando subito un gran successo. I critici musicali hanno più spesso parlato di un'artista fuori dagli schemi che, subito, ha riscritto la storia della contemporary music. È la cantante di maggior successo del XXI secolo, e tra i più premiati del panorama musicale globale nonostante la giovane età. Nel 2019 si è aggiudicata trentaquattro riconoscimenti, tra cui due American Music Awards, sei MTV Video Music Awards. Nel 2022 si aggiudica anche il Golden Globe e l'Oscar per No Time to Die per aver eseguito la canzone dell’ultimo film di James Bond. In questi giorni, però, la cantante non sta facendo parlare di sé solo per i suoi successi.

Billie Eilish non ha mai sentito l'esigenza di uscire allo scoperto. Lo ha fatto recentemente nel commentare un’intervista che ha rilasciato a Variety, in cui tra le pagine del magazine americano ha rivelato di essere attratta dalle donne. "Pensavo fosse ovvio”, ha ribattuto. Le ultime dichiarazioni della cantante sono arrivate dal carpet del Variety Hitmakers. “Io vivo la mia sessualità con tranquillità. La vivo in questo modo anche prima di parlarne nell’intervista", ha rivelato. "Non ho mai avuto problemi. Mi sono confessata con spontaneità e naturalezza dando per scontato che chi mi segue sapesse già tutto. Mi chiedo: ‘Perché non possiamo semplicemente esistere’?”.

L’articolo pubblicato a novembre ha fatto scalpore proprio per questo motivo. “È stato emozionante. Ho capito che la gente non lo sapeva, ma mi piace l’idea che ora lo sappia”. L’artista, però, non ha parlato solo della sua sessualità ma ha confessato la difficoltà nel relazionarsi con i suoi coetanei e con le donne. “Non credo di essere compresa", ha rivelato. "Le donne le adoro tanto e non solo in quanto persone. Sono attratta da loro per quello che sono - ha infine concluso - ma sono intimidita dalla loro forza, dalla loro bellezza, e dalla loro presenza". Queste dichiarazioni, però, da una buona fetta di pubblico non sono state accolte con tanta benevolenza. Più volte sui social e stata accusata di ”queer baiting", un termine inglese che si usa per definire chi cerca di attrarre un pubblico queer (ovvero un pubblico prettamente omosessuale o che appartiene alla comunità LGBT) per ottenere consensi su temi caldi. Anche in questo caso, Billie Eilish non si importa delle critiche o delle accuse ricevute. Il suo vuole essere un messaggio forte: "il coming out non serve. L'importante è essere sempre se stessi"

Commenti