Cronaca locale

Il regalo del sindaco Pd: 30 milioni di euro per rifar casa ai centri sociali

La delibera del Comune assegna 16 milioni al progetto di riqualificazione dell'ex Ospedale psichiatrico giudiziario occupato da sette anni. Altri 14 milioni per il progetto di Lido Pola

Il sindaco Gaetano Manfredi
Il sindaco Gaetano Manfredi

In un momento di crisi economica come quello che sta attraversando l'Italia, desta scalpore la decisione del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi di destinare 30 milioni ai centri sociali e a Potere al popolo. Secondo quanto riportato da Libero, infatti, Manfredi ha approvato lo scorso 30 marzo una delibera di giunta in cui vengono destinati 16 milioni dei 301 dei fondi del Pnrr, Piano nazionale per gli investimenti complementari (Pnc) e Horizon 2020 alla riqualificazione dell’ex Ospedale psichiatrico giudiziario, conosciuto anche come Ex Opg-Je so pazzo. Si tratta di uno dei centri sociali più noti in Italia, occupato ormai da più di 7 anni.

Nella delibera, come riportato da Libero, si parla di "rigenerazione e valorizzazione dell'ex ospedale", senza però fare menzione agli occupanti. Da ricordare, inoltre, che l’ex Opg è attualmente la sede del partito di estrema sinistra Potere al Popolo. "I lavori saranno fatti ma l’esperienza dell’ex Opg non è in discussione. Ovviamente le opere dovranno essere eseguite in sicurezza e bisognerà studiare un sistema per tenere aperto il cantiere senza sgomberare la struttura", ha riferito a Cronache di Napoli il consigliere di maggioranza Sergio D’Angelo. Insomma, una volta sistemato, l'edificio verrà riconsegnato agli occupanti.

La decisione del Comune di Napoli, in ogni caso, non sorprende. Nel 2016 destò già scalpore la delibera di Luigi De Magistris, denominata "Beni Comuni". Alla ristrutturazione di via Imbriani 218, fra l'altro, si aggiunge anche la riqualificazione di Lido Pola, ex struttura balneare di Bagnoli. Come riferito da Libero, anche quella la zona è occupata, addirittura dal 2013. In questo caso tutto rientra nel progetto Polars, che mira alla promozione della ricerca scientifica. I promotori sono il Cnr in collaborazione con il Consorzio nazionale interuniversitario per le Scienze del Mare, l’Ingv, il comune di Napoli, il Quadrifoglio Società cooperativa sociale, associazione Caracol e associazione Jolie Rouge Aps. Si parla di un investimento di 14 milioni di euro che, sommati ai 16 destinati alla riqualificazione dell'ex Ospedale psichiatrico giudiziario, portano alla più consistente cifra di 30 milioni.

Commenti