L’ex sindaco De Magistris attacca Manfredi: "Una fitta rete di silenzi avvolge da mesi la città"

Attraverso un comunicato diramato da Democrazia e Autonomia, il suo movimento politico, l'ex sindaco non usa mezzi termini per commentare l’attività del suo successore

L’ex sindaco De Magistris attacca Manfredi: "Una fitta rete di silenzi avvolge da mesi la città"

Non corre buon sangue tra l’ex primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris e l’attuale sindaco Gaetano Manfredi e i motivi sono alla luce del sole. Il neo eletto primo cittadino ha dichiarato, più volte, di aver ereditato una situazione catastrofica dal passato e, seppure in maniera indiretta, ha puntato l’indice contro la gestione dell’ex magistrato. A pochi mesi dalle ultime elezioni amministrative, De Magistris sembra volersi togliere qualche sassolino dalle scarpe e, attraverso un comunicato diramato da Democrazia e Autonomia, il suo movimento politico, il sindaco uscente non ha usato mezzi termini per commentare l’attività del suo successore.

“Una fitta rete di silenzi avvolge da mesi la città – è scritto nella nota – in un'assenza di indirizzo politico e di visione. Da più parti, ad esempio, la nuova amministrazione cittadina aveva dichiarato di voler ricomporre il quadro istituzionale, tacciando l'amministrazione uscente di conflittualità e continua litigiosità. Contrariamente a tutto ciò, abbiamo assistito a un conflitto istituzionale senza precedenti tra Regione e governo, in tema di scuola, di educazione, di continuità dell'insegnamento”. Parole dure, che bocciano senza se e senza ma l’operato di Manfredi.

De Magistris ha condannato l’attuale primo cittadino, in particolare, sulla gestione della pandemia e, soprattutto, sulla chiusura delle scuole da parte del governatore della Campania Vincenzo De Luca, ordinanza poi contestata ed eliminata, con il ritorno in classe di studenti e insegnanti. L’ex sindaco ha imputato a Manfredi un comportamento pilatesco. “Tra tutte le strade possibili – si legge nella nota – ha scelto il silenzio, lasciando così dirimere una questione di indirizzo politico all'autorità giudiziaria”. Critiche, come riporta Napoli Today, sono rivolte all’amministrazione comunale anche sulla vicenda del caos tamponi e sull’immobilismo riguardo alle perenni difficoltà delle strutture ospedaliere di fronte alla recrudescenza del Covid-19 nel territorio napoletano e campano.

Commenti