Maxi sequestro di vongole pericolose per la salute: denunciati cinque pescatori

Due imbarcazioni sono state bloccate alla foce del fiume Sarno, mentre pescavano abusivamente in un tratto di mare altamente inquinato

Maxi sequestro di vongole pericolose per la salute: denunciati cinque pescatori

Il blitz della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, nel Napoletano, ha portato al sequestro di 100 chili di vongole pericolose per la salute pubblica e alla denuncia di cinque pescatori. Due imbarcazioni sono state bloccate alla foce del fiume Sarno, mentre pescavano abusivamente in un tratto di mare altamente inquinato.

Le analisi dell’Arpac hanno dimostrato che l’acqua in quella zona contiene sostanze altamente nocive. Due pattuglie a terra e due motovedette hanno interrotto la pesca abusiva e provveduto a sequestrare i mitili appena pescati. Nel complesso sono stati sequestrati oltre un quintale di vongole e due imbarcazioni, che al momento della retata erano intente nella pesca.

Sono state inoltre denunciate a piede libero cinque pescatori, tutti già noti alle forze dell’ordine, mentre sono attualmente in corso le ricerche di una sesta persona fuggita al momento del controllo. Con questa operazione è stato possibile individuare i soggetti complici dell’attentato alla salute pubblica posto in atto con la vendita di vongole provenienti da zone di mare non censite ai fini della pesca.

Pochi mesi fa, sempre nel Napoletano, furono sequestrati dai carabinieri del Nas 250 chili di molluschi adulterati. Le forze dell’ordine riuscirono a risalire all’attività illecita grazie ai controlli intensificati in vista delle allora festività di Capodanno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti