Napoli, aggressione al Loreto Mare: due infermieri feriti da figlio di una paziente

La violenza è avvenuta la pronto soccorso del Loreto Mare di Napoli. Gli infermieri sono stati medicati dai colleghi per alcune lesioni

L'ospedale Loreto Mare, dove è morto Salvatore Giordano

Nuova aggressione al Pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare a Napoli. Intorno alle 12,15 di oggi, due infermieri addetti al triage sono stati insultati e aggrediti fisicamente dal figlio di una paziente che lamentava diarrea da 20 giorni.

Secondo quanto ricostruito, l'uomo si è scagliato contro i sanitari colpendoli con calci e pugni. La polizia è intervenuta immediatamente riuscendo a bloccare l’esagitato che, dopo le procedure di rito, è stato identificato e denunciato con le accuse di aggressione, minacce, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio.

I due infermieri una donna di 58 anni ed un uomo di 57 residenti entrambi a Portici, sono stati medicati dai colleghi per lesioni giudicate guaribili in 5 e 10 giorni.

Si teme che il problema della sicurezza nel nosocomio potrebbe aggravarsi visto che crescono gli accessi al pronto soccorso mentre diminuisce il personale sanitario dopo l'apertura dell'Ospedale del Mare con conseguente aumento dei tempi di attesa più lunghi per i pazienti.