Aggredisce controllore e lo scaraventa a terra. Follia in strada a Napoli

La sconcertante vicenda sarebbe accaduta in Via Marina, nel cuore di Napoli. Secondo alcuni testimoni il ragazzo viaggiava su un tram senza biglietto

Aggredisce controllore e lo scaraventa a terra. Follia in strada a Napoli

Un uomo, preso per un gamba, viene sollevato in aria per poi essere scaraventato sul terreno con violenza. Potrebbe sembrare il racconto di una mossa di wrestling, lo sport sport-spettacolo tanto amato negli Usa nel quale si combina l'esibizione atletica con quella teatrale. Ed invece questa azione, seppur ripresa dalla videocamera di un telefono, non fa parte di uno show televisivo ma è accaduta per davvero. E, a quanto pare, nel cuore di Napoli.

Protagonisti della sconcertante vicenda sono un passeggero di un tram ed un controllore in servizio a bordo dello stesso mezzo che si sono scontrati in strada, forse nella trafficata via Marina. Secondo i racconti di alcuni testimoni ripresi da alcuni mezzi di informazione, tutto sarebbe iniziato quando il giovane, sorpreso a viaggiare sul tram senza il regolare biglietto, è stato inviato a scendere dal mezzo dal dipendente del trasporto pubblico di Napoli. Tra i due sarebbe nato un diverbio che, in pochi istanti, si è trasformato in uno scontro fisico dove, ad avere la peggio, è stato proprio il controllore.

Il condizionale è d’obbligo in quanto la vicenda è in parte ancora avvolta nel mistero. Il filmato di quanto accaduto, condiviso in origine sul canale Telegram di "Welcome to Favelas" e poi rilanciato anche sui social dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, parte quando lo scontro è già in atto.

Per questo è difficile capire quale sia stato il vero motivo che ha acceso gli animi così come allo stato attuale non è possibile stabilire chi abbia dato il via allo scontro fisico. Quel che è certo è che le immagini sono agghiaccianti. Nel filmato si vede il ragazzo sollevare da terra il controllore per, poi, scaraventare il rivale sul marciapiedi con violenza.

Compiuto ciò il giovane si rialza, allarga le braccia e si allontana come se nulla fosse. Oltre alla violenza, sempre da condannare, c’è anche un’altra cosa che colpisce: una persona che a pochi metri assiste al corpo a corpo senza intervenire.

"Attendiamo riscontri su quanto ci è stato segnalato, abbiamo chiesto verifiche e delucidazioni su questo episodio. Se il motivo dell'aggressione fosse confermato sarebbe gravissimo. Quando le cose verranno chiarite potremo esprimerci con maggiore precisione ma è comunque evidente quanto la violenza sia diventata oramai la prima ‘forma di comunicazione’ dalla nostra società e questo è avvilente ed allarmante", ha scritto sui social Borrelli. Il consigliere regionale ha evidenziato come sia assolutamente necessario "correre ai ripari ed invertire la rotta". Tanti i commenti di utenti che si dicono indignati e sconvolti per l’accaduto.

Commenti