Non sopporta più la madre e evade per andare in carcere

Un 19enne è stato arrestato per evasione a Caivano. Era stanco dei continui conflitti con la madre con cui conviveva nell'abitazione dove era ristretto ai domiciliari

Si è presentato in caserma chiedendo l’arresto. Costretto ai domiciliari, non poteva muoversi da casa, ma ha preferito la prigione alla convivenza con la madre. Erano in continuo conflitto, ha spiegato ai carabinieri, a cui si è presentato per chiedere di essere portato in carcere. I militari, a Caivano (Napoli), hanno arrestato per evasione un 19enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Il giovane, residente nel rione Iacp, il complesso di edilizia popolare attiguo al più noto Parco verde, è stato ristretto in una camera di sicurezza in attesa di giudizio.

Era stufo della convivenza con i familiari anche un 35enne del quartiere napoletano di San Pietro a Patierno arrestato per evasione nei giorni scorsi. Si era presentato in caserma con una valigia e aveva chiesto di essere portato in carcere. Tenendo una lametta tra i denti aveva minacciato di farsi del male se non fosse stato accontentato. Riportato alla calma, i militari hanno recuperato la lametta e arrestato il 35enne, già noto alle forze dell’ordine, per evasione.

La convivenza forzata sta creando problemi anche tra chi è costretto a casa dalle misure disposte contro il coronavirus. Nello scorso fine settimana, una donna è stata salvata dai poliziotti mentre soccombeva alle violenze del coniuge. È successo a Napoli, nel quartiere Bagnoli. Nella serata di sabato scorso, gli agenti dell’Ufficio prevenzione generale, su segnalazione della Centrale operativa, sono intervenuti in via Righi per una lite familiare.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno trovato una donna affacciata ad un balcone che li stava attendendo e un uomo che, dall’interno dell’abitazione, stava inveendo contro di lei con insulti e minacce. La donna, agitata e con evidenti segni di percosse, ha raccontato di aver già denunciato il coniuge lo scorso febbraio e di essere stata malmenata dall'uomo anche in quell’occasione e in presenza dei figli minori. G.C., napoletano di 40 anni con precedenti di polizia, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.