Pistola nascosta nella sua macelleria, arrestato

Finisce in manette un 28enne a Pompei, in provincia di Napoli. La scoperta dei carabinieri nel retrobottega del negozio

Nel suo negozio c’era una pistola con la matricola abrasa, i carabinieri stringono le manette ai polsi di un 28enne a Pompei.

La scoperta in una macelleria in provincia di Napoli nell'ambito dei controlli che da mesi hanno avviato le forze dell'ordine nell'area della provincia a sud del capoluogo campano. In azione i militari della compagnia di Castellammare di Stabia. I carabinieri hanno rinvenuto l’arma all’interno del cassetto di un mobile che si trovava nel retrobottega della macelleria della città mariana. La pistola, una semiautomatica corredata di cinque cartucce stipate all'interno del caricatore, è risultata avere la matricola abrasa.

Per questa ragione è scattato l’arresto a carico del giovane, un 28enne del posto che dai controlli è risultato essere già noto alle forze dell’ordine.

Dopo le formalità di rito è stato trasferito al regime degli arresti domiciliari dove attende la celebrazione del processo che si svolgerà col rito direttissimo. Il macellaio pompeiano si troverà a rispondere dell’accusa di detenzione di arma clandestina.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.