Rifiuti all’ingresso della chiesa di Gesù e Maria: depositati cumuli di immondizia

Il problema degli sversamenti abusivi in città ha assunto proporzioni emergenziali e oramai non c’è rispetto neanche per i luoghi di culto

Emergenza rifiuti: a Napoli non si salvano neanche i luoghi di culto. Una discarica a cielo aperto è stata scoperta davanti la chiesa di Gesù e Maria. In particolare l’ingresso dell’edificio sacro, attualmente in ristrutturazione, è sommerso dall’immondizia. C’è di tutto, dagli immancabili materassi fino ai rami di alberi tagliati per la potatura. Purtroppo il problema degli sversamenti abusivi di rifiuti a Napoli ha assunto proporzioni emergenziali e oramai non c’è rispetto neanche per le chiese.

Un modo di fare incivile e vergognoso, che, tra l’altro, rende ancor più problematica la crisi che sta investendo la città di Napoli nelle ultime settimane. Sull’episodio della chieda di Gesù e Maria è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, il quale ha effettuato un sopralluogo nella piazzetta sita nel centro storico. “Occorre una risposta determinata contro i fenomeni di inciviltà – ha detto l’esponente politico – potenziando il sistema di videosorveglianza e facendo in modo che i trasgressori, i quali continuano ad abbandonare i rifiuti per strada possano essere identificati e puniti con la massima severità. Non possiamo accettare che la nostra città sia ridotta a un’enorme pattumiera”.

Un paio di mesi fa, ai Quartieri Spagnoli, cumuli di immondizia furono gettati lungo la carreggiata dai residenti, in particolare nei pressi della scuola Paisiello, per protesta contro il sindaco Luigi De Magistris e l’Asia, la società che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in città. Sui ritardi nella raccolta dell’immondizia la gente è stanca. Il problema è sempre più grave e i rischi maggiori riguardano le scuole e gli ospedali. Il problema oramai è cronico e riguarda intere zone. Dalle prossimità della scuola Paisiello ai Quartieri Spagnoli a viale degli Astronauti e ai Colli Aminei, passando per il centro storico, Pianura, l’Arenaccia e fino la periferia nord, sono decine le strade con cassonetti stracolmi. Una situazione che presenta rischi igienico-sanitari che sono facilmente immaginabili.

Occorre una svolta, prima che le criticità si trasformino in una crisi senza ritorno. Anche le disfunzioni nella raccolta della plastica stanno generando da divese settimane ulteriori cumuli di rifiuti che peggiorano la situazione. Una condizione preoccupante che deve essere risolta quanto prima, in modo da evitare ulteriori episodi come quello accaduto ultimamente nelle vicinanze della chiesa di Gesù e Maria.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Lun, 09/12/2019 - 11:01

perchè non provano a cantare BELLACIAO? ha ha ha mai pensato che la chiesa finisse nell'immondizia.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 09/12/2019 - 11:19

Beh con i nuovi preti che seguono il bergoglione non c'è da stupirsi.

DRAGONI

Lun, 09/12/2019 - 11:22

L'EX MAGISTRATO, ORA SINDACO, SICURAMENTE AVREBBE UN PO' DI TEMPO DA DEDICARE ,INVECE CHE AGLI IMMEGRATI CLANSESTINI, PER CUI VUOLE APRIRE IL PORTO DI NAPOLI ED INVIARE FROTTE DI IMBARCAZIONI PER RECUPERALI E PORTARLI NELLA BELLA NAPOLI, PER EVITARE TALI SCEMPI .SENZA DI LUI NAPOLI SAREBBE CERTAMENTE MOLTO PIU' BELLA.

maurizio50

Lun, 09/12/2019 - 11:45

Napoli: una città un tempo splendida. Un tempo, quando era amministrata da gente per bene!!!!

pierk

Lun, 09/12/2019 - 11:46

...si può sempre chiamare don biancalani., esperto in materia...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 09/12/2019 - 12:59

ma comeeeee? giggino'o pirata aveva detto di aver ripulito così bene da poter alloggiare centinaia di cland...risorse!!!

ziobeppe1951

Lun, 09/12/2019 - 14:47

L’importante è investire nella City di Londra 700 milioni di euro e in occhiali di Lapo

donald2017

Lun, 09/12/2019 - 14:49

ma sono i rifiuti delle Vs risorse così amate