Sequestrate 5mila confezioni gel igienizzante non conforme

Operazione della polizia e della Guardia di Finanza a Villaricca, nel Napoletano: scattano denunce e sequestri

Scoperto un laboratorio che produceva detergenti e gel sanificante per le mani senza tracciabilità e senza documentazione a Villaricca: scattano denunce e sequestri.

L’operazione s’è registrata nel pomeriggio di sabato scorso e porta la firma degli agenti in servizio presso i commissariati della Polizia di Stato di Arenella a Napoli e Giugliano-Villaricca. Insieme ai poliziotti, in azione anche i militari della Guardia di Finanza della compagnia di Giugliano. Agenti e finanzieri hanno sottoposto ai controlli un magazzino merci nel centro della cittadina dell’hinterland partenopeo. All’interno dei locali, i tutori dell’ordine hanno scoperto tre persone mentre sarebbero state intente a produrre gel disinfettante per le mani. Inoltre, sono state ritrovate ben venticinque taniche di candeggina da cinque litri che sarebbero stati utilizzati per la produzione del liquido insieme a scatole di prodotto già fabbricato e a diversi flaconi vuoti.

Dai controlli delle forze dell’ordine, però, sarebbe emerso che tutta quella merce sarebbe stata confezionata senza rispettare le normative sanitarie, senza presentare documenti in grado di attestarne la tracciabilità, né la concessione di autorizzazioni o di rispetto dei brevetti. Poliziotti e finanzieri, inoltre, hanno scoperto che la vendita di quel gel avveniva online, a prezzi leggermente maggiorati rispetto a quelli normalmente praticati sul mercato.

Al termine dei controlli, sono scattate le denunce per tre persone, due 39enni e un 40enne, tutti napoletani e soci dell’impresa. Dovranno rispondere delle accuse di frode in commercio e manovre speculative su merci. Nel frattempo sono scattati anche i sigilli e sotto sequestro sono finite poco più di 5mila confezioni di detergente, tra cui il gel sanificante per le mani.

Non si tratta della prima operazione del genere messa a segno dalle forze dell’ordine al tempo dell’emergenza da coronavirus nel Napoletano. Nelle settimane scorse, a Scisciano, i carabinieri scoprirono un altro laboratorio ritenuto abusivo e dedito alla produzione di gel sanificante. In quell'occasione, i militari dell'Arma denunciarono un 53enne irpino non prima di aver proceduto al sequestro di 5mila flaconi di gel già confezionati e di taniche di detersivi e detergenti che, secondo i controlli dei carabinieri, sarebbero stati utili al confezionamento della preziosa merce che, dall'inizio dell'emergenza legata al diffondersi del contagio da coronavirus, ha fatto registrare rincari spaventosi, visibili specialmente sui canali di vendita online.

Proseguono senza sosta i controlli delle forze dell'ordine. L'obiettivo rimane quello di evitare speculazioni e l'immissione sul mercato di prodotti poco sicuri o fuori legge.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.