Universiadi, rubati lo stereo e il navigatore a un nuotatore italiano

Matteo Milli ha subito il più classico dei furti nella città partenopea e lui stesso ha dato la notizia sul suo profilo Facebook

È a Napoli per gareggiare alle Universiadi della Campania del 2019, ma non immaginava di vivere la brutta avventura della giornata di ieri. Il nuotatore italiano Matteo Milli, uno degli atleti azzurri che partecipano all’evento sportivo, è stato derubato dell’autoradio e del navigatore satellitare nella sua macchina.

Milli ha subito il più classico dei furti nella città partenopea e lui stesso ha dato la notizia sul suo profilo Facebook. “Grazie Universiade per le prime 3 ore passate qui!”, ha scritto il nuotatore e subito si sono scatenati i commenti dei fan dell’atleta italiano. “Benvenuto a Napoli”, ha esordito una ragazza, ma tanti anche i messaggi di scuse dei napoletani, che invitano Milli a non generalizzare.

L’episodio del nuotatore si aggiunge all’aggressione ai danni dell’atleta congolese avvenuta nei pressi del San Paolo nella serata di mercoledì e alla truffa avvenuta ai danni di un giovane straniero proveniente da una delegazione delle Universiadi, alloggiato in una delle navi da crociera che fungono da villaggio nel Porto di Napoli.

[[]]

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.