Ecco la (prima) isola Covid free dove andare in vacanza

A scaglioni di settanta persone, per dieci ore, ieri si è proceduto a vaccinare no stop, senza interruzioni. È una corsa contro il tempo per arrivare a coprire, entro sabato, il 60-70% della popolazione

Ecco la (prima) isola Covid free dove andare in vacanza

Una lunga fila, dalle 9 fino alle 19, per vaccinare l’intera isola e permettere il rilancio del turismo in vista della prossima stagione estiva. Si fa sul serio a Procida, dove l’obiettivo è di diventare Covid free nel giro di poco tempo. Il sindaco Dino Ambrosino ha immediatamente approfittato dell’ordinanza di venerdì scorso emanata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Il provvedimento prevede l’allargamento della campagna vaccinale a tutte le fasce di età dei residenti delle isole di Capri, Ischia e Procida, dopo aver completato la vaccinazione delle persone fragili, e poi anche di coloro che vi lavorano in modo stabile pur senza essere residenti. E così, martedì sera, duemila abitanti di Procida hanno ricevuto la chiamata del primo cittadino per mettersi in coda per la vaccinazione di massa.

A scaglioni di settanta persone, per dieci ore, ieri si è proceduto a vaccinare no stop, senza interruzioni. È una corsa contro il tempo per arrivare a coprire, entro sabato, il 60-70% della popolazione. Procida ha fretta di riprendere a vivere, anche in vista dell’organizzazione degli eventi in programma il prossimo anno quando l’isola sarà Capitale italiana della Cultura. Già prima di Pasqua il governatore De Luca aveva provato a dare un’accelerata alla campagna vaccinale nelle località turistiche campane, ma il governo aveva posto un brusco freno. Venerdì il cambio di passo e Procida è stata la prima isola a mettersi in movimento per la vaccinazione di massa.

Il calendario prevede che le operazioni vengano effettuate in quattro giorni: ieri i cinquantenni, oggi i quarantenni, domani i trentenni e sabato chi ha tra i 18 e i 29 anni, concludendo le vaccinazioni dei residenti. La campagna, in ogni caso, sarà realmente conclusa nelle prossime settimane, quando saranno completate anche le seconde dosi. Nella giornata di ieri sono stati raggiunti numeri da record, con circa 700 persone in fila all’ingresso del municipio, sede scelta per effettuare le vaccinazioni. “Un'affluenza decisamente elevata – ha dichiarato al quotidiano La Stampa il sindaco Ambrosino –che testimonia la grande fiducia dei procidani nella scienza”.