Visite guidate virtuali per battere l’emergenza coronavirus

L'iniziativa di un gruppo di guide turistiche di Napoli per portare svago, positività e bellezza a chi è costretto a casa dall'emergenza per il Coronavirus

Cancellazione dei viaggi, blocco delle prenotazioni, annullamento delle gite scolastiche. Il Coronavirus ha avuto un effetto devastante sul turismo. Ma loro, un gruppo di guide turistiche abilitate della Regione Campania, non si sono perse d’animo. Di fronte all’azzeramento delle attività, invece di restare con le mani in mano, hanno pensato di realizzare dei video sulle bellezze e le leggende di Napoli per allietare chi è costretto a casa o non può spostarsi dal proprio territorio a causa dell’emergenza Covid-19. “Noi abbiamo voglia di lavorare e loro probabilmente avranno voglia di ascoltare qualcosa di positivo. E allora - spiega Silvana - ci è venuto in mente di fare questi piccoli video, questi messaggi positivi, questi messaggi dedicati a Napoli, alla nostra città, alle nostre bellezze. Soprattutto, con l’invito di farli arrivare di nuovo a Napoli”. “Vi aspettiamo!”, è lo slogan del gruppo che sta lavorando all’iniziativa, una squadra tutta al femminile composta da guide turistiche abilitate, ma anche da una segretaria, da un’insegnante che procaccia contatti e da una addetta alla gestione dei social che si improvvisa attrice nelle visite guidate teatralizzate.

Impegnarsi in questo progetto ha rappresentato anche un modo che hanno usato le stesse guide per risollevarsi, libere professioniste che nel giro di pochi giorni sono rimaste senza lavoro nel periodo che dovrebbe essere più prosperoso per la loro attività. “Da un momento all’altro – dice Silvana - ci siamo ritrovate tutte senza lavoro ed è stato un momento terribile, di angoscia per noi, anche perché noi viviamo di questo”. Partorita l’idea, si sono messe tutte al lavoro, ognuna con le proprie competenze. Gli è bastato – come spiega Maria, una delle guide del gruppo - “un telefonino, magari un i-phone più particolare, qualche bambino che da casa ci aiuta a montare i video in maniera eccezionale”. “Collaboriamo un po’ tutti in questa vicenda – afferma - E, poi, chiediamo con un pizzico di umanità di condividere i video”.

Tanti sono stati i commenti positivi arrivati da chi ha apprezzato la loro idea. Tiziana, che nel gruppo si occupa della gestione dei social, ha affermato: “Le visualizzazioni sono state molte, e anche le condivisioni. Questo ci ha permesso di arrivare fino alle persone del Nord, che poi erano le prime alle quali volevamo dedicare questi spazi e questi piccoli video. Naturalmente anche le persone del Sud sono state rincuorate da quest’iniziativa". I primi filmati lanciati sui social hanno ottenuto migliaia di visualizzazioni. Le guide sono partite da piazza del Plebiscito, poi sono arrivate al Duomo di San Gennaro. Prossimo sarà il video che hanno registrato nei giorni scorsi a Castel Dell’Ovo. Sono frizzanti e vulcaniche, come l’iniziativa a cui hanno stanno lavorando che, col propagarsi del Coronavirus in tutta Italia, è stata estesa un po’ a tutti, anche agli studenti costretti a casa per la chiusura delle scuole fino al 15 marzo.

Silvana è la mente del gruppo. Mamma di tre figli e guida turistica, ne sforna in continuazione di idee. L’ultima sui video per i bambini, a cui ora il gruppo sta lavorando. “Quando abbiamo saputo che le scuole sono state chiuse su tutto il territorio nazionale – ha detto Silvana – ho pensato che i bambini stanno spesso sui telefonini. Allora mi è venuta un’altra idea: anche i bambini ora stanno soffrendo di questa cosa. I bambini in questo periodo dovevano stare in gita per le visite guidate, per le attività didattiche. Noi in queste giornate avremmo portato centinaia di ragazzi in giro”. Invece sono rimaste da sole, e ora, sfruttando la crisi che ha travolto anche il loro lavoro, stanno regalando un po’ di positività e qualche minuto di svago in un momento difficile come quello attuale.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.