Nasce il portale drivers.arval.it Servizi e forum di discussione

Una community di 140mila iscritti potenziali, sui quali agire con le armi della fidelizzazione. Tanti sono i driver che utilizzano vetture a noleggio di proprietà di Arval cui la società del gruppo Bnp Paribas ha deciso di rivolgersi con un nuovo portale ad hoc, drivers.arval.it, che agli strumenti self service online, utili ai primi per sbrigare pratiche e prenotare interventi di assistenza più in fretta e con l'effetto per la seconda di ridurre i costi di gestione, coniuga un forum di discussione all'insegna del social networking e soprattutto un articolato programma di servizi. Il quale ripropone, a vantaggio della mobilità privata e familiare, molteplici prerogative e agevolazioni di cui i driver già godono nell'uso quotidiano dell'auto aziendale.
Un'iniziativa, la prima del genere nel settore del noleggio, che le altre filiali europee del colosso francese si preparano a replicare.
Spiega Carlo Basadonna, direttore marketing di Arval Italia: «L'idea alla base è di stringere un solido rapporto di dialogo non più solo con le aziende, ma anche con gli assegnatari delle vetture, con i quali il contatto si limita alla consegna del mezzo e alle chiamate al nostro call center. Troppo poco per instaurare una valida comunicazione, capace di sgombrare il campo da aspettative e percezioni che possono impattare negativamente sulla loro soddisfazione».
Ecco allora il web come strumento indispensabile per aumentare le occasioni di ascolto, «più che mai necessarie nell'ottica della qualità del servizio reso, nonché piattaforma del tutto idonea a creare condizioni di reciproco vantaggio». Con «Arval for You», cui è dedicata un'apposita area del nuovo sito, la società strizza l'occhio ai propri utenti che, una volta registrati e dunque parte della community, possono da un lato esprimere critiche e suggerimenti in un confronto sempre aperto con il noleggiatore e, dall'altro, fruire di sconti e convenzioni legati a servizi di mobilità e per il tempo libero: «Dalle condizioni di favore applicate nelle 1.750 officine Rhiag - puntualizza Basadonna - sia sulla manodopera che sui pezzi di ricambio per i veicoli di famiglia, alle tariffe agevolate per il noleggio in vacanza di una vettura Europcar. E poi, l'accesso privilegiato ai corsi di guida sicura dell'Aci piuttosto che ai percorsi enogastronomici del Touring Club».
Pensata invece per snellire e velocizzare il rapporto in ambito professionale è la sezione «La tua auto», dalla quale il driver può prenotare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, il cambio degli pneumatici e l'auto sostitutiva, come pure denunciare un sinistro, con la compilazione di un modulo Cid elettronico. Ulteriore area dedicata, «In viaggio» ospita utility e contenuti legati alla mobilità professionale: «Tutto quanto serve per pianificare le trasferte - sottolinea Basadonna - dal meteo al traffico, passando per la creazione di mappe interattive sui cui individuare, all'occorrenza, stazioni di rifornimento o ristoranti. Il passo successivo consiste in un'applicativo per smartphone, iPhone e iPad, tutti in grado di fornire la geolocalizzazione, grazie al quale ciascun driver può collegarsi al nostro portale per richiedere assistenza e ricevere in automatico, senza comunicarci dove si trova, indicazioni sull'officina oppure il distributore più vicino».

Commenti