Nazionale

Guai per chef Rubio. Finisce denunciato da Liliana Segre

La senatrice a vita denuncia 24 odiatori per minacce sul web. Tra loro c'è pure Gabriele Rubini

Guai per chef Rubio. Finisce denunciato da Liliana Segre

Lo scorso martedì la senatrice a vita Liliana Segre ha formalizzato ai carabinieri di Milano 24 denunce contro le recenti pesanti minacce ricevute sul web. Come riportato da ilGiorno, tra i nomi ci sarebbe anche quello di chef Rubio. Le indagini saranno condotte dalla sezione Indagini telematiche del nucleo investigativo dell'Arma del comando provinciale milanese.

Le denunce

Lo scorso novembre era stata la stessa Segre, assistita dall'avvocato Vincenzo Saponara, ad annunciare al Forum nazionale delle donne ebree d'Italia la sua intenzione di denunciare quanto avvenuto. In particolare, la senatrice e testimone della shoah è stata destinataria di messaggi di odio, anche di carattere antisemita, di insulti e di minacce di morte. A chi le aveva augurato di morire aveva detto in occasione del forum: "La vita mi ha insegnato a essere libera e senza paura nonostante io sia la più vecchia d'Europa obbligata alla scorta per tutti gli insulti e gli improperi e le minacce di morte che mi vengono fatte anche perché sono vaccinata, e non sono una no vax". Segre aveva quindi annunciato l'intenzione di fare causa"a questa persona" perché "per tanto tempo sono stata in silenzio su queste persone che mi insultano" e "poi è anche cattivo augurarmi la morte a 92 anni".

Nei guai pure chef Rubio

Come era stato reso noto da fonti investigative, si tratta di 24 profili, per lo più di ignoti, che ora dovranno essere identificati dagli investigatori in quanto negli ultimi mesi sui social o con delle email hanno inviato messaggi di "odio di natura diffamatoria, spesso di carattere antisemita e contenenti auguri di morte". Tra i nomi che figurano nella denuncia c’è anche quello del 39enne di Frascati Gabriele Rubini, meglio conosciuto come chef Rubio. L’ex rugbysta ha ottenuto notorietà presso il grande pubblico grazie alla sua attività televisiva, conducendo programmi culinari come "Unti e bisunti" e “Camionisti in trattoria”, usando appunto il nome d’arte di chef Rubio.

Il tweet incriminato

In passato il cuoco aveva già attaccato sia Israele che gli ebrei, sia sui social che durante le sue ospitate in radio. Su Twitter, lo scorso aprile chef Rubio aveva attaccato la Segre definendo "vergognoso" il "silenzio sistematico" su quella che bollava come "pulizia etnica" contro i palestinesi in Israele. La senatrice era stata attaccata dal 39enne anche quando aveva reso noto che sarebbe andata a sottoporsi alla quinta dose di vaccino anti-Covid, in risposta a un utente che le aveva chiesto se fosse d’accordo o meno con la riammissione dei medici no-vax in ospedale. In quella occasione la senatrice aveva affermato che lei sarebbe stata più severa.

I precedenti

Nel novembre del 2019 Rubini era finito al centro di alcune controversie in seguito a diverse sue esternazioni sulle reti sociali. In particolare, era stato denunciato da un membro della comunità ebraica di Treviso per istigazione all'odio razziale dopo avere definito lo stato di Israele “esseri abominevoli”, criticando la sua politica nei confronti dei palestinesi.

Commenti