Le nazioni giocano a tavola i «Mondiali del gusto»

Le nazioni giocano a tavola i «Mondiali del gusto»

Un gol di Henry e una costoletta alla normanna; una rete di Milito e un boccone di Churrasco, un rigore di Klose e un assaggio di Bratwurst con spazle; una parata di Buffon e un piatto di bucatini all’Amatriciana. Un nuovo gioco di società? Assolutamente no, ma è quello che accadrà nelle prossime arroventate settimane dei mondiali di calcio presso la birreria Hofbrauhaus nel Palazzo della Borsa. Birreria e piazzetta saranno infatti in prima linea per offrire le dirette delle partite ai genovesi in quel campionato che i gestori hanno ribattezzato i «Mondiali del gusto». E non poteva che essere così dal momento che in occasione del campionato del mondo in Sudafrica, per ogni partita disputata (trasmessa dai due grandi schermi che si trovano all’interno della birreria, in aggiunta al tradizionale menù tirolese, verrà proposto un piatto della cucina tipica di ognuna delle due nazioni schierate in campo. E per non lasciare nulla al caso ecco il dettaglio delle portate a partire dagli 8 gironi eliminatori secondo la fantasia e la scruopolosa ricerca del titolare Alessio Balbi con lo chef Marco De Majo, presidente dell'Associazione Cuochi di Merano e Bolzano.
Venerdì 11: giugno Uruguay–Francia, Frijoles negros all’uruguagia con riso basmati e costolette alla normanna; sabato 12: Inghilterra –USA, stovies al bacon e buffalo chiken Wings; domenica 13: Germania –Australia, bratwürst con späzle e shrimps and mango salad; lunedì 14: Italia-Paraguay, bucatini all’amatriciana e pannocchia alla piastra con patate al cartoccio; martedì 15: Costa d’Avorio–Portogallo, riso jollof (riso speziato con carne e verdura) e bacalao a la portuguesa; mercoledì 16: Spagna–Svizzera, paella alla valenciana e torta di cipolle alla sciaffusana; giovedì 17: Francia–Messico, bruschetta alla provenzale costolette di maiale alla normanna e chili con carne; venerdì 18: Germania –Serbia, zwiebelrostbrateen (bistecca brasata alla cipolla) e banjaluka's chevap (straccetti di manzo al pepe e verdure); sabato 19: Camerun–Danimarca, suya carne piccante) e æbleflæsl (pancetta affumicata con cipolle e mele fritte); domenica 20: Italia–Nuova Zelanda, spaghetti alla carbonara e gamberi al cocco con profumo di vaniglia; lunedì 21: Cile–Svizzera, empanadas (piadine ripiene di carne) e Rösti alla Bernese (spadellata di carne con patate ed erbe aromatiche); martedì 22: Grecia–Argentina, mussakas (sformato di melanzane e manzo) e churrasco (carne marinata alla piastra); mercoledì 23: Ghana –Germania, Obe Eja Tutu (zuppa di pesce e pepe) e bamberger zwiebel (cipolla ripiena di bamberga); giovedì 24: Slovacchia-Italia, bocconcini alla paprika e linguine ai frutti di mare; venerdì 25: Cile–Spagna, Bistec a lo Pobre (bistecca con uovo e cipolla) e pollo alla catalana.
E non è finita qui: i mondiali si potranno seguire anche nella piazzetta su un megaschermo di quasi un metro e mezzo di diagonale. Infine i mondiali del gusto saranno anche i mondiali del tifo: i tifosi più fantasiosi e calorosi riceveranno in premio un birra HB.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti