Ndrangheta, morto bimbo ferito durante sparatoria: giocava a calcio con papà

È morto il ragazzo di 11 anni, Domenico, rimasto ferito nel giugno scorso in un agguato compiuto in un campo di calcetto a Crotone nel quale fu ucciso Gabriele Marrazzo

Ndrangheta, morto bimbo 
ferito durante sparatoria: 
giocava a calcio con papà

Catanzaro - È morto il ragazzo di undici anni, Domenico, rimasto ferito a giugno scorso in un agguato compiuto in un campo di calcetto a Crotone nel quale fu ucciso Gabriele Marrazzo, di 35 anni. L’obiettivo dell’agguato era, secondo gli investigatori, Gabriele Marrazzo, ma i killer spararono numerosi colpi che oltre ad uccidere il trentacinquenne ferirono anche altre otto persone tra cui il ragazzo deceduto in serata a Catanzaro. Domenico stava giocando a calcetto in compagnia del padre e di alcuni amici quando entrarono in azione i killer i quali spararono numerose fucilate attraverso la rete di recinzione del campo di calcetto.

Marrazzo morto sul colpo
Nell’agguato morì all’istante Marrazzo mentre il ragazzo fu raggiunto alla testa da cinque pallettoni. Immediatamente fu soccorso e trasportato nell’ospedale di Catanzaro dove, nonostante alcuni interventi chirurgici, è stato sempre in coma ed in serata è deceduto.