Nell’Oratorio un quadro attribuito al Piola

L’organo a canne dell’oratorio del Suffragio a Santa Margherita Ligure, il più antico della Liguria, tornerà domani a far sentire la sua voce. È stato infatti ultimato il restauro eseguito dalla Bottega Organara Lanzini & Dall’Orto di Dormelletto (Novara). Costruito per l’Albergo dei poveri di Genova nel 1686 da Giuliano Giovannini e Tommaso Roccatagliata, si trova nell’oratorio sammargheritese dal 1861. In 148 anni è stato sottoposto a varie manutenzioni ma non ha mai subito alcuna privazione del materiale fonico oroginario. Domani sera alle 21.15 il maestro Liuwe Tamminga, uno tra i massimi esperti europei del repertorio organistico del Cinquecento e del Seicento, terrà un concerto a cura dell’Associazione Amici dell’Organo.
Nel pomeriggio alle 17.30, la Confraternita presenterà altri restauri compiuti all’oratorio: il manto di copertura, la volta del soffitto, cinque piccoli dipinti e una statua lignea raffigurante il patrono San Rocco, gravemente minacciata dagli insetti xilofagi e restaurata dal laboratorio EsseDi di Pietrasanta.


Nell’oratorio recentemente è stato restaurato un dipinto che, secondo la dottoressa Angela Acordon della Soprintendenza ai beni artistici della Liguria, può essere attribuito al grande pittore ligure Domenico Piola, vissuto tra il 1627 e il 1703. Si tratta di un «Cristo in catene», che sarà presentato e illustrato al pubblico domani pomeriggio.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica