Nell’orto coltiva marijuana

Di casi come questi cominciano a sentirsene spesso. Ma nonostante, ormai, le forze dell’ordine arrivino sempre a sgominare la fonte c’è sempre qualcuno che ci prova. L’ultimo caso è quello di un ventisettenne genovese che nel suo orto, tra basilico, prezzemolo e piante di pomodori, ha deciso di piantare anche diverse piante di marijuana cercando di mimetizzarla proprio con le piante di pomodoro che hanno altezza e sembianza simile all’illegale fonte di cannabis.
Il giovane genovese residente in via Steno, a Borgoratti, non aveva fatto i conti con la possibilità che qualche vicino addocchiasse, si informasse e poi - magari - andasse a spifferare tutto alla polizia. Così è successo con una segnalazione arrivata alle forze dell’ordine per quelle piante così rigogliose che nascevano nell’orto del vicino che di quella coltivazione di cannabis andava assai fiero. Inutile spiegare ai poliziotti che quell’ingrediente essiccato serviva per fare una salsa di pomodoro più buona condita, oltre che da ottime «tomate» anche di basilico e, appunto, marijuana come ingrediente a sorpresa per deliziare il proprio palato e quello degli amici. Per le forze di polizia tutti quei fiori ad essiccare servivano per altri scopi e gli agenti si sono visti costretti a far analizzare le piante e denunciare il giovane per detenzione di sostanza stupefacente. Con buona pace della salsa di pomodoro alla marijuana.

Commenti