Nokia, guerra ad Apple sui servizi mobili

Nokia contro Apple per vincere la sfida delle applicazioni multimediali da scaricare sul telefono cellulare. La società finlandese, che è il primo produttore mondiale di telefoni cellulari, punta molto sulla sua piattaforma Ovi che dovrebbe diventare, secondo i calcoli dell’amministratore delegato Olli Pekka Kallasvuo il maggior «negozio» online per applicazioni mobili del pianeta.
La posta in gioco in realtà è altissima. Il segmento degli smartphone, ossia i telefoni multimediali, è infatti in grande crescita ma la quota di mercato di Nokia è scesa al 45% dal 62% che deteneva nel 2005. Per l’anno in corso il mercato è previsto in crescita del 27% a 170 milioni di smartphone venduti con un fatturato totale di 57 miliardi di dollari. Non c’è dubbio che Apple con il suo iPhone in questo settore fa la parte del leone anche perché nel suo negozio online, iTunes, sono presenti ben 50mila applicazioni oltre alle altre possibilità offerte: la connessione ai siti di social network come Facebook o alla possibilità di scaricare video, ascoltare musica o navigare in rete. Per questo Nokia ieri a Stoccarda ha presentato la sua manovra di rilancio con una serie di nuovi modelli di cellulari debuttando nell’accesso ai social network e ampliando la «dimensione musicale» dei suoi prodotti.
Il gruppo ha colto l’occasione per rimettere in evidenza tutte le nuove iniziative annunciate nelle ultime settimane, tra cui lo sbarco nel segmento dei computer portatili con il Nokia Booklet 3G, un netbook con Gps-navigatore integrato a lunga autonomia.
La società finlandese ha presentato anche Ovi Lifecasting, un sistema creato assieme a Facebook che consente agli utenti di aggiornare il proprio status direttamente dal cellulare. A questo si aggiunge la possibilità di scambiare messaggi. Il nuovo sistema debutta sul Nokia N97 mini, un mini pc di dimensioni più ridotte che costerà circa 450 euro ma che permetterà di creare dal telefonino contenuti per siti di social network. La musica comunque non viene trascurata. Ecco dunque il Nokia X6, apparecchio capace di riprodurre fino a 35 ore di file musicali. Inoltre verranno introdotti anche nuovi cellulari con servizi musicali illimitati a prezzi contenuti a partire dai 115 euro.
E anche sui telefoni touch screen Nokia sta cercando di ridurre i prezzi. «Il 5230 è già in vendita a 149 euro» - ha spiegato Kallasvuo. L’ad ha anche detto che ci sono oltre 55 milioni di utenti che utilizzano attivamente il negozio online Ovi scaricando applicazioni. Un numero in costante crescita che permetterà alla società di raggiungere il target fissato: 300 milioni di utenti entro il 2012.
In Borsa il titolo ieri è sceso dello 0,45%: dall’inizio dell’anno il calo è stato del 15%.

Commenti