Le note di Chopin illuminano la notte in Statale

Questa sera, in Statale, quarto appuntamento con la rassegna "La musica e il bene", ideata da Angelo Mantovani, che sintonizza i suoni classici sulle frequenze delle nuove generazioni

Nel Bicentenario dalla nascita di Chopin, il Presidente e fondatore dell'«Associazione Il Clavicembalo Verde» Angelo Mantovani dedica il 4° Concerto della V Edizione della rassegna «La Musica e il Bene» al compositore polacco. Questa sera alle 21, negli spazi dell'Università Statale di via Festa del Perdono, l'appuntamento musicale prevede l'esibizione al pianoforte di Vincenzo Balzani, Roberto Prosseda e Mattia Mistrangelo, inframmezzati da racconti e da interventi di Enrico Beruschi, sempre in prima nelle manifestazioni benefiche. Organizzata a favore dell'associazione Amici della Clinica Neruochirurgica da Il Clavicembalo Verde di Angelo e Giovanni Mantovani, la rassegna rispetta le intenzioni dell'intera kermesse volta ad adottare come location degli spazi alternativi al fine di avvicinare la musica classica ad un pubblico giovane. Ciclo dinamico e variegato, la rassegna itinerante accomuna sotto l'arte dei suoni l'Università Bocconi e l'Università Statale di Milano. Con il fine di diventare protagonista della vita sociale e culturale degli studenti delle Università milanesi, la musica classica si sveste degli abiti canonici smettendo le "parrucche" per seguire la moda e i tempi respirando aria fresca giovane. "L'obiettivo principale -racconta il trentenne Angelo - è quello di sintonizzare le frequenze dei suoni classici a quelle della nuova generazione. La mia esperienza all'interno del Conservatorio mi ha consentito di verificare che spesso per pregiudizi nei confronti delle nuove leve, i direttori e gli addetti ai lavori non scendono dalle loro torri d'avorio. I ragazzi che studiano musica classica, d'altro canto devono essere autori di loro stessi e mettersi in discussione comunicando in modo adeguato rispetto alla società odierna dove si propongono". L'ingresso è gratuito.

Commenti