Cronaca locale

Notte di terrore, rapinati in casa da quattro slavi

Notte di terrore per una coppia di coniugi di Robecco sul Naviglio: svegliatisi di soprassalto si sono ritrovati faccia a faccia con quattro malviventi, che dopo averli minacciati, armi in pugno, hanno razziato l'abitazione. È successo domenica mattina poco prima delle tre, in un appartamento al terzo piano di un palazzo di via Fratelli di Dio, raggiunto probabilmente attraverso i pluviali. I coniugi, un impiegato di 47 anni e la moglie, operaia di 46, erano andati a dormire da un paio d'ore, quando sono stati svegliati da rumori improvvisi. L'uomo alzatosi per controllare, in corridoio si è imbattuto nei quattro malviventi incappucciati che giravano per casa. Subito dopo di lui è arrivata la moglie che, terrorizzata ha cominciato a gridare. A quel punto i malviventi hanno usato le maniere forti: uno dei banditi ha puntato contro di lei un coltello, mentre gli altri cercavano di farsi indicare dall'impiegato la cassaforte, per altro inesistente. Quando si sono resi conto che in casa non c'era alcun forziere, hanno arraffato soldi e monili d'oro per un valore ancora da quantificare, trovati nei cassetti. Infine, rinchiusa le vittime in una stanza si sono dileguati, prima dell'arrivo dei carabinieri, chiamati dai vicini allarmati dalle urla della donna. «Stavo guardando la televisione quando mi sono affacciato alla finestra e ho visto quattro persone con le felpe e il cappuccio alzato che correvano – ha raccontato un vicino che abita in un villetta nella stessa strada -. Erano piuttosto grassi e parlavano tra di loro, con un accento dell'Est. Saliti su un'auto sono scappati». La donna, sotto choc è stata soccorsa da un'ambulanza e portata all'ospedale di Magenta.

Commenti