Nucleare: l'Iran boicotta negoziato di Ginevra

Teheran fa sapere che non discuterà del suo programma nucleare nell’incontro con il gruppo 5+1 in programma a Ginevra il 1° ottobre. Il processo di arricchimento dell’uranio non sarà congelato: "E' un nostro diritto sovrano", ha detto il capo negoziatore Salehi

Nucleare: l'Iran boicotta negoziato di Ginevra

Ginevra - La comunità internazionale sta tentando di riannodare il dialogo sul programma nucleare iraniano. Ma Teheran ha deciso di alzare la posta. E fa sapere che non discuterà del suo programma nucleare nell’incontro con il gruppo 5+1 in programma a Ginevra il 1° ottobre. Lo ha annunciato un alto funzionario iraniano. L’Iran, pertanto, esclude di congelare il processo di arricchimento dell’uranio. Lo ha detto chiaramente il capo negoziatore, Ali Akbar Salehi. "Se abbiamo il diritto di arricchire l’uranio, se abbiamo il diritto di convertire l’uranio, se abbiamo il diritto della produzione di combustibile nucleare... lo faremo. È un nostro diritto sovrano" - ha detto Salehi, conversando con un gruppo di giornalisti della stampa internazionale - sul quale non abbiamo intenzione di mercanteggiare".