Obama ha deciso: top secret le foto "Bin Laden è morto, non è un trofeo"

Il presidente degli Stati Uniti scioglie ogni riserva: le immagini del cadavere del terrorista non verranno diffuse. "Avrebbero
creato rischi per la sicurezza degli americani nel mondo". Il dibattito ha diviso l'Amministrazione e il Congresso Usa

New York - Due giorni di dibattito che ha diviso il Congresso e l'Amministrazione degli Stati Uniti e alla fine le foto del cadavere di Osama Bin Laden restano top secret. Lo ha deciso il presidente Barack Obama. Il motivo? "Quelle foto avrebbero creato rischi per la sicurezza degli americani nel mondo". Una scelta che non placherà le polemiche, anche considerando che poche ore prima della dichiarazione di Obama il capo della Cia, Leon Panetta, aveva assicurato la pubblicazione delle foto. Di diverso avviso il segretario di Stato Usa Hillary Clinton e il segretario alla Difesa Robert Gates che sin dall’inizio hanno appoggiato la posizione di Obama "mai favorevole" alla loro divulgazione.

"Non è un trofeo" Obama ha sciolto le ultime riserve rispondendo alle domande di Steve Kroft, il conduttore del celebre programma 60 Minutes di Cbs, in onda questa domenica. Citando quell’intervista nel corso del consueto briefing della Casa Bianca, il portavoce Jay Carney ha fatto sapere che quelle foto sono state giudicate "inappropriate" per comparire sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo: "Potrebbero diventare strumenti di propaganda, mettere a rischio la sicurezza nazionale. Noi siamo certi che Bin Laden è morto, ma non andiamo in giro esibendo trofei" ha aggiunto." Del resto lo stesso Obama alla Cbs ha detto che già prima dell'operazione "eravamo sicuri al 95% che quell’uomo era lui". Le foto non sono necessarie, ha aggiunto il presidente, anche perchè "non c’è dubbio che membri di Al Qaeda sanno bene che Bin Laden è morto".

Decisione discussa internamente Nel corso dell’intervista il presidente avrebbe poi precisato che, in merito le foto, "ne abbiamo discusso internamente", cioè con il team della Sicurezza Nazionale che sin dall’inizio è stato coinvolto nella delicata operazione. "Gli americani devono capire che non abbiamo bisogno di propaganda", ha ribadito Obama perchè gli Stati Uniti non sono così, e non siamo abituati a trattare un corpo come un trofeo o a suonare la grancassa. "Noi non siamo questo e quindi non lo faremo". Un sondaggio della CNN condotto ieri mostra che il 56% degli intervistati era favorevole alla pubblicazione delle immagine, e ritiene che il governo avrebbe dovuto pubblicarle. Un altro 39% ha risposto no alla stessa domanda.