Obiettivo Sanlorenzo: 50 superyacht all'anno

Perotti: «Primo e più grande sito in Europa dopo la crisi». Che cos'è la «Porta Vinciana»

Antonio Risolo

da Ameglia (La Spezia)

Inaugurato il nuovo sito produttivo Sanlorenzo - progetto firmato da Lissoni Casal Ribeiro - che si sviluppa su una superficie di 22mila metri quadrati portando l'area complessiva del cantiere a 135mila mq.

Un fiore all'occhiello sia per la società del cavalier Massimo Perotti sia per l'occupazione sul territorio. Gli attuali 450 dipendenti, infatti, diventeranno presto circa 900 fra addetti diretti e indotto: «Da due anni firmo 4-5 lettere di assunzione la settimana...», ha detto il presidente di Sanlorenzo.

Per la cronaca oggi il gruppo Sanlorenzo - quotato a Piazza Affari - occupa circa 2mila persone negli stabilimenti della Spezia, Ameglia, Massa e Viareggio.

Il taglio del nastro si è svolto alla presenza delle autorità civili e militari, nei pressi della «Porta Vinciana», un'opera idraulica dell'ingegnere Vallarino, che consente il passaggio delle imbarcazioni fra il nuovo e il vecchio sito garantendo la continuità dell'argine, in caso di esondazione del fiume Magra.

«Qui nel 2020 ci saranno una sessantina di assunzioni dirette - ha detto il cavalier Perotti, visibilmente emozionato - In meno di un anno e mezzo abbiamo costruito il primo e più grande stabilimento in Europa dopo la crisi. Sono contento di averlo fatto qui dove sono arrivato quindici anni fa da Torino trovando grandi amici. Ringrazio tutti i miei colleghi che hanno lavorato tantissimo ma anche gli amegliesi e gli spezzini. Per noi è un fiore all'occhiello. Nei momenti difficili siamo stati l'unico cantiere in Europa a non fare un giorno di cassa integrazione e a non perdere un dipendente, mantenendo i fatturati. Siamo riusciti a resistere e siamo stati i primi a ripartire. E questa è la prova tangibile. Un grazie particolare va ai miei angeli custodi» (Marco Viti e Alessia, lady Sanlorenzo, ndr).

«Con questa azienda c'è stato un percorso comune - ha aggiunto il governatore della Liguria Giovanni Toti - Stiamo cambiando la vita a molte persone. Tutto quello che viene costruito qui, in riva al fiume, suscita invidia in ogni parte del mondo, vuol dire che tutti hanno fatto un bel lavoro. Sanlorenzo ha il merito e la responsabilità di aver contribuito a ridare fiducia a tutta la Liguria».

Marco Viti, presidente della Sanlorenzo Yacht Division e figura storica del marchio, ha poi fornito i dettagli dell'opera, evidenziando come «Perotti, il miglior manager a livello mondiale, ha raccolto il testimone del vecchio proprietario Jannetti portando nuove idee, tecnologia e innovazione».

«Ho fatto spendere tanti soldi a Perotti... Ma in questo capannone abbiamo messo solo quello che era necessario rispettando la dignità del lavoro di chi ogni giorno vive questo cantiere», ha detto Piero Lissoni, art director di Sanlorenzo.

Struttura all'avanguardia, infine, anche dal punto di vista ambientale con gli 8mila metri quadri di pannelli solari che permettono al sito di lavorare in assoluto auto-consumo. Il progetto, avviato nell'agosto 2018, ha visto l'impiego di oltre 200 addetti, 20mila ore di progettazione e 250mila ore di manodopera. Previste 24 postazioni di produzione allineate a pettine per garantire la costruzione di 50 unità l'anno dai 76 ai 100 piedi.