Occupato il Consiglio del IV municipio

Occupata ieri mattina dal gruppo di An l’aula consiliare del IV municipio. Il capogruppo Cristiano Bonelli, Fabrizio Bevilacqua, Franco Fiocchi e Roberto Borgheresi hanno sbarrato l’aula e fatto saltare la seduta del consiglio per protesta contro la mancata discussione degli emendamenti presentati da An il giorno prima: «Non vogliamo più accettare l’atteggiamento arrogante adottato dal presidente del consiglio, Iavarone, Ds» dicono i quattro consiglieri. Fra gli emendamenti di An, uno particolarmente significativo: il taglio del 20% delle spese di rappresentanza politiche del presidente del municipio, Salducco, e dello stesso presidente del consiglio. Cestinato senza discussione alla velocità della luce. «Ieri Iavarone - spiega Bonelli - ha aperto il consiglio alle 15 in punto. E un attimo dopo ci ha dichiarato assenti. Dichiarando decaduti di conseguenza i nostri emendamenti. Un vero e proprio atto di forza. La sinistra è stata capace di liquidare nell’arco di soli tre minuti, senza alcun tipo di dialogo, tutti gli emendamenti al bilancio che abbiamo presentato come opposizione. Oggi (venerdì, ndr) alla ripresa dei lavori, abbiamo chiesto il riesame degli emendamenti, ma anche stavolta non c’è stato nulla da fare». «È un gioco della prepotenza che va avanti da qualche mese - denuncia Bevilacqua -. Qualsiasi atto da noi presentato rimane lettera morta nelle commissioni. Quando invece i nostri emendamenti arrivano in consiglio, puntualmente la maggioranza evita il dibattito». In realtà nel IV municipio il centrosinistra ha grossi problemi politici. E forti spaccature all’interno. «Salducco non si vede da mesi - dicono Borgheresi e Fiocchi -. La Margherita è divisa in 3 correnti, un consigliere di Rc manca da 4 mesi».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento