OCEANO ATLANTICO

Rosa delle spiagge, verde dei campi, blu del mare. Erroneamente considerata come parte dei Carabi, Bermuda è un paradiso in mezzo all’Oceano Atlantico, lambito dalla corrente del golfo e protetto dalla barriera corallina.
Certamente Juan de Bermudez, navigatore spagnolo scopritore nel 1503 di Bermuda, non immaginava che questo arcipelago sarebbe diventato famoso, oltreché per le bellezze naturali, per l’abbigliamento, vale a dire per quei comodi pantaloni corti retaggio dei marinai della Royal Navy e dell’esercito britannico che li adottò per gli stanziamenti nei territori tropicali e nel deserto. I bermuda, simbolo di questa ex colonia britannica, rispondono a precise regole: devono arrivare a 5 pollici sopra il ginocchio, avere l’orlo cucito a mano della stessa misura, due tasche davanti e i passanti per la cintura. Sono indossati in tutti i colori e le fogge sia da donne che da uomini, che nelle occasioni ufficiali li abbinano rigorosamente a calze alte fino al polpaccio, camicia in Oxford botton down a manica corta, mocassino con nappe e blazer.
Grande Bermuda, l’isola dell’arcipelago dov’è situata la capitale Hamilton e dove si trovano gli alberghi, i resorts e i cottages in affitto, è la meta ideale per chi ama il mare e le spiagge, ma anche lo shopping e il divertimento. La notte a Bermuda offre tanti ristoranti e locali nei quali trascorrere serate eleganti o informali. Il giorno regala fascino coloniale, atmosfere britanniche, shopping tra vie eleganti circondate da piccole case color pastello dai tetti bianchi, spettacolari campi da golf considerati tra i migliori al mondo, sport acquatici, 100 campi da tennis, 500 relitti per gli appassionati di sub, e una natura incredibilmente generosa: cedri dalle bacche scure, palme secolari, prati inglesi, distese di iris viola, grotte che conducono in acque profonde, giardini tropicali. E poi clima mite tutto l’anno e mare cristallino, caldo e dai colori ineguagliabili, spiagge incontaminate che vanno dal rosa pallido al malva e che da oltre un secolo sono considerate - soprattutto da vip, sportivi e importanti personaggi del mondo della finanza e dell’impresa - luogo alla moda per “svernare”. Mondanità e privacy si combinano in uno strano mix su quest’isola, dove il mezzo di trasporto più usato è il motorino, e la guida rigorosamente a sinistra. Bermuda è anche la meta ideale per gli sposi, che scelgono i suoi alberghi e resorts per una luna di miele indimenticabile. La leggenda vuole che le coppie che passano e si baciano sotto i Moongates, tipici archi di pietra situati in diversi giardini sulle isole, abbiano una lunga e felice vita sentimentale. Coccolati dalla natura, viziati dai servizi offerti, le coppie e gli sposi trovano a Bermuda un ambiente perfetto. È per questo motivo che alcuni alberghi si sono specializzati in offerte speciali. Il Cambridge Beaches (www.cambridgebeaches.com), hotel 5 stelle considerato tra i più esclusivi e romantici al mondo, ha inventato addirittura la figura del «concierge esperto in proposte di matrimonio»: una persona dedicata alle coppie che organizza eventi speciali, ad esempio cena a lume di candela su spiaggia isolata con fiumi di Dom Perignon, affitto notturno di yacht, promessa di matrimonio «sottomarina» in immersione, aperitivo su terrazza arredata con centinaia di rose e candele. Questo antico cottage colony, che dispone di 94 camere in stile coloniale e personale che parla in lingua italiana, è situato su una penisola privata di 25 acri sull’estremità occidentale di Bermuda, offre agli sposi un pacchetto speciale valido fino al 31 dicembre 2009, che anche l’uso gratuito per una giornata di un motorino, accesso alle Experience Suites della Spa e 40 minuti di massaggio di coppia. Disponibile anche la Honeymoon Suite (ribattezzata North Rock Suite), 74 metri quadri con ampia terrazza vista mozzafiato sul mare, vasca idromassaggio di 2 metri e piscina privata.
L’ente del turismo di Bermuda, in collaborazione con numerosi hotels, propone un’offerta davvero speciale: chi soggiorna almeno 4 notti sull’isola entro il 31 marzo 2010 può ottenere un credito di 400 dollari statunitensi.
Per chi vuole organizzarsi da solo il viaggio i voli aerei hanno partenze giornaliere via Londra con British Airwyas da Milano, Bologna, Pisa, Venezia, Roma, Catania, Verona, Torino, Napoli, Brindisi e Cagliari; da New York con 2 ore di volo (US Air, Continental, American Airlines, Jet Blu, Delta Airlines).Per alloggiare sono 59 le strutture ricettive presenti a Bermuda, tra hotels, bed & breakfast, cottages e villette.
Per chi invece preferisce il pacchetto «tutto compreso» si segnalano i seguneti tour operator: Best Tours, Gastaldi, Kuoni, Viaggidea, Hotelplan.Per maggiori informazioni si può contattare l’Ente del Turismo di Bermuda: www.bermudatourism.it - tel. 02-48205240

Commenti

Grazie per il tuo commento