Oggi a Roma l'adunata dei "liberi servi d'Italia" organizzata da Ferrara

Appuntamento al Teatro Capranica di Roma. Presenti Sallusti, Feltri, Belpietro e Sechi. Ma anche voci di sinistra: Piero Sansonetti e Ritanna Armeni. <strong><a href="/interni/consiglio_cavaliere_elezioni_ottobre/giuliano_ferrara-elezioni_anticipate-pdl-berlusconi/08-06-2011/articolo-id=528096-page=0-comments=1">Consiglio al Cav: elezioni a ottobre</a></strong> / Rondolino

L’adunata dei liberi servi, l’ha de­finita Giuliano Ferrara. È la kermesse che va in scena oggi al tea­tro Capranica di Roma. Una chiama­ta alle armi politiche e delle idee del mondo giornalistico di centrodestra. Riflessioni, spunti, iniziative per spin­gere Silvio Berlusconi e il suo partito a riprendersi dopo la sconfitta elettora­le delle amministrative di Milano e Napoli. Una specie di mini Wood­stock delle idee.

Con il direttore del Fo­glio ci saranno il direttore del Giorna­le, Alessandro Sallusti, poi Vittorio Feltri, Maurizio Belpietro e Mario Se­chi. Poi gente normale, elettori di cen­trodestra, infiltrati di sinistra. Un grande appuntamento politico, uno show intellettuale per dimostrare che il vento non è cambiato affatto e che il berlusconismo è ancora l’anima for­te di questo Paese.