Olanda Contro la crisi una tassa sullo spinello

Tassare la marijuana per rimpinguare le casse pubbliche in tempo di crisi economica: arrivata dalla California dove la proposta è già stata votata dal consiglio comunale della città di Oakland, l’idea sembra avviata al successo anche in Olanda dove lo spinello è legale ormai da decenni. Particolarmente convinti sono gli esponenti del partito liberale di centro D66, che hanno già invitato il ministro delle Finanze Wouter Bos a presentare una proposta. Il fiorente commercio che ruota intorno alla cannabis è già comunque tutt’altro che esente da imposte. Come indicato da una recente indagine, il contributo alle casse del Tesoro da parte dei coffee shop è valutato in circa 400 milioni di euro all’anno. L’Olanda ha depenalizzato il consumo e il possesso di droghe leggere dal 1976 e il Paese conta circa 700 coffee shop: locali pubblici dove si vendono in media 265mila chili tra hashish e marijuana ogni anno. Nel complesso, secondo i media olandesi, il giro d’affari del settore è valutato in due miliardi di euro all’anno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti