A Ostia il «green» è di sabbia Oggi in tre stabilimenti fa tappa il «Beach golf tour»

Alessandra Caputo

Approda oggi sul litorale romano la seconda tappa del campionato italiano di Beach Golf. A Ostia sarà assegnata la «Equipe 3 Cup». Giunto alla settima edizione, il «Beach Golf Tour 2006», dopo il successo riscontrato negli anni precedenti, aggiunge la nuova tappa del litorale romano alle cinque prestigiose tappe nazionali, ovvero, Napoli, Porto Cervo, Cagliari, Palermo e Pescara. Una giornata all’insegna dello sport, del gioco e della mondanità con un percorso di gara attraverso tre stabilimenti balneari, il Mami, il Tibidabo Beach e Le Dune Village, dove non mancherà Radio Centro Suono, media partner della tappa romana. Organizzato dalla Mb3 Solution di Luigi Balsamo e Valerio Tremiterra con l’ausilio, per la tappa di Roma, di Barbara Eboli, in collaborazione con l’Assobalneari Lido di Roma e il suo presidente Renato Papagni, l’evento è patrocinato dal XIII municipio, dal Comune e dalla Provincia di Roma, dalla Regione Lazio e dalla Beach golf sport association, presieduta da Mauro De Marco. «Ho avuto la possibilità di parlare del Beach Golf Tour come presidente del XIII municipio - dice Davide Bordoni, neoconsigliere comunale di Forza Italia - è necessario dare sempre maggior importanza alla riqualificazione dello sport ad Ostia dove c’è il mare di Roma». I bagnanti saranno protagonisti e potranno avvicinarsi al golf, anche se su un terreno decisamente insolito, grazie agli istruttori federali della Bgsa. Il regolamento prevede che persone e oggetti sul percorso vengano considerati parti integranti del tracciato, un modo per coinvolgere tutti i presenti. Saranno organizzate trenta squadre con la formula ProAm, ciascuna composta da un golfista professionista e un personaggio dello spettacolo. Centoventi hostess, le «caddy girls», accompagneranno i partecipanti durante la gara. La tappa inaugurale, che si è svolta lo scorso 17 giugno sulle spiagge del litorale di Bagnoli a Napoli ha riscosso grandi consensi con la partecipazione di sessanta professionisti, oltre a un centinaio di persone fra amatori ed esordienti.

Commenti