Manicure perfetta a 60 anni: idee e consigli

Sobrietà e attenzione ai dettagli sono le regole base per sentirsi a proprio agio in ogni occasione, partendo dalla manicure: ecco come curare mani e unghie.

Manicure perfetta a 60 anni: idee e consigli

Mani curate e unghie impeccabili sono un biglietto da visita efficace a tutte le età. Le attenzioni da rivolgere a questa fondamentale parte del corpo non sono mai troppe, tanto che la manicure rappresenta un appuntamento irrinunciabile. Che sia fai da te oppure realizzato da un’estetista esperta, il trattamento perfetto deve avere un duplice obiettivo: tutelare la salute di mani e unghie e migliorarne l’estetica, anche rimediando al naturale processo di invecchiamento cutaneo responsabile della comparsa di piccoli inestetismi, pigmentazioni e macchie scure.

Focalizzando l’attenzione sugli smalti e sugli effetti decorativi, la scelta è strettamente legata al gusto individuale e assecondarlo è sempre la principale regola da seguire, anche a sessant’anni. Alcuni piccoli consigli, tuttavia, possono aiutare a sentirsi belle e sicure di sé in qualsiasi contesto.

Smalti, gel e Nail Art: parola d’ordine sobrietà

Una manicure accurata permette di ottenere unghie regolari, levigate e dall’aspetto sano. Meglio optare per una forma rotonda o comunque vicina a quella naturale, evitando le lunghezze eccessive, i contorni eccessivamente squadrati o appuntiti e le forme geometriche esasperate, spesso difficili da gestire. Per quanto riguarda gli smalti e le coperture a base di gel, non si sbaglia mai scegliendo le tinte neutre e le eleganti sfumature “nude” facili da abbinare e sfoggiare in ogni occasione, ma nulla vieta di osare tonalità più scure e accese corredate a un outfit particolare.

Alcune regole base, inoltre, garantiscono un risultato sempre perfetto:

  • ritoccare lo smalto sbeccato o rovinato solo su un’unghia, oppure rimuoverlo completamente da tutte le unghie per evitare di apparire trascurate e poco curate;
  • cercare di tenere le unghie della stessa lunghezza, puntando sull’ordine e sulla regolarità che rappresentano sempre carte vincenti durante e dopo la manicure;
  • limitare l’uso prolungato di smalti e gel, cercando di mantenere per alcuni periodi le unghie “al naturare”. In questo modo è possibile tenere lontani i danni causati dai solventi e, soprattutto, evitare l’antiestetico ingiallimento della lamina generato dall’uso eccessivo di pigmenti artificiali.

Consigli per mani sempre morbide e idratate

Una delle sfide più difficili da superare, soprattutto durante la stagione invernale, è mantenere le mani morbide, lisce e idratate. Gli agenti atmosferici e i componenti chimici presenti nei detersivi di uso comune possono alterare le naturali barriere cutanee: le conseguenze si manifestano con la comparsa di zone più ruvide, screpolature e irregolarità. Con il passare degli anni, in particolare, la pelle delle mani necessita di maggiore nutrimento e di alcune accortezze speciali:

  • adoperare i guanti protettivi per svolgere le comuni attività di pulizia o giardinaggio;
  • evitare i detergenti troppo aggressivi, soprattutto se si scelgono formule antibatteriche e igienizzanti;
  • non dimenticarsi di applicare la protezione solare anche sul dorso delle mani, scegliendo un fattore SPF efficace in modo da proteggere la pelle dai raggi solari più nocivi;
  • abbondare con l’uso di creme e unguenti idratanti, optando per prodotti a base di avena, olio di mandorle dolci e burro di Karitè;
  • concedersi una maschera nutriente a cadenza settimanale, un vero toccasana per avere mani di fata tutto l’anno.

Commenti