Sopracciglia folte o scolpite: lo stile migliore per le over 60

Le sopracciglia hanno un notevole potere ringiovanente: ecco come valorizzarle e curarle a 60 anni, anche strizzando l’occhio alla moda.

Sopracciglia folte o scolpite: lo stile migliore per le over 60

Le sopracciglia hanno la funzione di incorniciare il viso e, più di ogni altra caratteristica fisica, hanno il potere di donare espressività e spesso rivelare alcuni tratti della personalità. Oggi come in passato, inoltre, è la moda a influenzarne la forma e la linea generale.

Sottili e scolpite oppure folte e meno definite, ma anche colorate e perfino decolorate: i trend più attuali sembrano puntare verso la massima libertà e l’abitudine di “trasformare” letteralmente le sopracciglia si sta diffondendo soprattutto tra le giovanissime.

La moda dominata dalle cosiddette “Soap Brows”, vale a dire sopracciglia vaporose e letteralmente pettinate verso l’alto, potrebbe essere presto soppiantata da un design più semplice e lineare che ricorda molto gli anni '90, all’insegna della semplicità. Ma qual è lo stile migliore per le donne over 60? Fino a che età è concesso osare look più estrosi?

Sopracciglia: come scegliere la forma giusta

La forma delle sopracciglia deve valorizzare il viso e adattarsi ai suoi lineamenti. Per scegliere la forma è importante valutare l’ovale, il taglio degli occhi, l’attaccatura dei capelli e le caratteristiche del naso. Quando si superano i 50 e i 60 anni, inoltre, entrano in gioco altri fattori da prendere in considerazione.

Con il passare degli anni, infatti, il contorno occhi subisce profonde trasformazioni che non possono essere sottovalutate e che incidono notevolmente sul disegno da conferire alle sopracciglia. Ecco alcuni punti fermi da considerare:

  • quando la pelle perde tonicità e iniziano a formarsi piccole rughe intorno agli occhi, è utile cercare di disegnare l’arcata sopraciliare in modo da affinarla verso l’alto e verso l’esterno. In questo modo è possibile sfruttare questa componente del viso per ottenere un effetto ringiovanente totalmente naturale;
  • più che puntare su linee artificiali è preferibile assecondare la forma naturale delle sopracciglia, avendo cura di renderle simmetriche e regolari;
  • se si sceglie di colorarle, infine, è meglio optare per tonalità naturali che non creino contrasti eccessivi con il colore dei capelli.

Tinture e microblading: quando sono indicate?

Una delle tecniche più utilizzate per colorare, riempire e rendere più folte le sopracciglia è il microblading, che consiste nella realizzazione di un tatuaggio dopo aver effettuato piccolissime incisioni sulla pelle, successivamente riempite di pigmenti di colore. È un trattamento semi-permanente che deve essere effettuato recandosi presso centri estetici specializzati, tuttavia è indicato soprattutto per chi deve correggere difetti importanti e in presenza di vere e proprie zone vuote.

La tintura delle sopracciglia, invece, è la semplice colorazione effettuata utilizzando prodotti appositi e finalizzata a coprire i peli bianchi. Solitamente preferita dalla donne che hanno superato i 50 e i 60 anni, può essere effettuata anche a casa purché si presti attenzione a proteggere gli occhi e ad applicare con cura il colore usando un pennellino sottile, in modo da non macchiare la pelle circostante.

È possibile richiedere la tintura delle sopracciglia anche al parrucchiere di fiducia, che saprà suggerire la tonalità più adatta per ottenere un effetto armonioso e naturale. Solitamente si esegue la tintura di sopracciglia e capelli in contemporanea.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti