Tagli di capelli che ringiovaniscono

Dal lungo scalato al corto sbarazzino, passando per l’intramontabile caschetto. Ecco i migliori tagli di capelli che sortiscono un effetto anti-age

Tagli di capelli che ringiovaniscono a 60 anni

La funzione primaria di tutti i tagli di capelli è quella di valorizzare il viso, a tutte le età. Alcuni tagli hanno tuttavia il potere di ringiovanire e donare un aspetto sempre fresco e curato anche a 60 anni, andando incontro ai cambiamenti che spesso caratterizzano la struttura del capello e aiutando a celare i segni del tempo.

Se da un lato ogni taglio deve adattarsi al viso ed esprimere al meglio la personalità di una persona, dall’altro lato non esistono tagli da demonizzare ed evitare a tutti i costi quando l’età avanza. Lo dimostrano in modo impeccabile alcune star di Hollywood, come Demi Moore, che ancora oggi sfiora una chioma lunga e corvina in modo impeccabile.

L’importante è sempre scegliere un taglio che permetta di gestire facilmente i capelli, ottenendo un aspetto sempre curato e ordinato che aiuta a sentirsi a proprio agio in ogni situazione.

Perché optare per un taglio corto

Indipendentemente dalla tipologia di capello e dal colore, il taglio corto è spesso in cima alle preferenze delle donne che hanno raggiunto i 60 anni. Complice il desiderio di libertà e l’esigenza di mettere in piega la chioma in poco tempo, è una scelta sempre vantaggiosa da diversi punti di vista.

Un taglio corto, soprattutto se sbarazzino e scalato, è perfetto per dare volume e contornare al meglio il viso ma anche per rendere meno visibili i capelli assottigliati e sfibrati: questa è una naturale conseguenza del processo di invecchiamento che coinvolge anche i capelli, visibile nella perdita di lucentezza e di corposità.

I vantaggi del caschetto

Un evergreen intramontabile è certamente il caschetto, da declinare in una serie di varianti che tengono conto delle caratteristiche individuali. Chiamato carré o Bob, è un taglio molto pratico soprattutto se si cerca di mantenere una lunghezza regolare che raggiunga la linea del mento (in questo caso di parla di Bob corto), sebbene si possa arrivare anche fino alle spalle (il cosiddetto long Bob).

È anche possibile scegliere un taglio più lungo davanti e più corto dietro, un haircut sempre moderno e apprezzato. Aggiungere la frangetta, anche nella versione “a tendina” con apertura centrale che incornicia al meglio l’ovale del viso.

Come valorizzare un taglio lungo

Chi non vuole assolutamente rinunciare ai capelli lunghi, infine, può optare per un taglio che metta in evidenza la chioma senza però creare disordine. Via libera ai tagli scalati, perfetti sia per le chiome lisce sia per quelle più mosse.

Il taglio lungo, inoltre, offre l’opportunità di sperimentare acconciature diverse e di adattarle a diversi outfit, mostrando un look sempre diverso. Scegliere questo tipo di lunghezza, tuttavia, significa anche curare al massimo la propria chioma per dare corpo e volume, anche preferendo un colore ricco di sfumature che doni lucentezza ai capelli. Molte donne, ad esempio, prediligono un taglio lungo anche mettendo al bando le tinture e sfoggiando un bel grigio luminoso: anche in questo caso è fondamentale utilizzare i prodotti giusti per donare luminosità ed evitare l'ingiallimento.

Commenti