Palazzo Spinola fa avanzare il Metrò

Con grande sollievo dei genovesi che utilizzano regolarmente i mezzi per spostarsi, il Consiglio provinciale si è espresso all'unanimità a favore del prolungamento della metropolitana fino a Sampierdarena e, in un secondo momento, a Cornigliano, cercando quindi di attuare il progetto originario del 1990 che pure prevedeva ben tre fermate in zona. Così non è stato e si cerca di recuperare, tenendo conto anche della raccolta firme a cui hanno aderito quasi 1800 persone in poco più di un mese, secondo quanto afferma il Movimento Indipendentista Ligure, che si è accollato l'incarico di raccoglierle, raccomandando di firmare fino a quando i lavori «non inizieranno veramente i lavori». Il presidente del Consiglio, Mauro Cavelli, e la giunta si sono quindi impegnati dal 29 giugno a sensibilizzare le istituzioni preposte perché prendano la decisione il più presto possibile e organizzino i cantieri in tempi record. Senza neppure dimenticare i vantaggi di un mezzo di trasporto rapido e di cui si conoscono gli orari, a «giusto risarcimento ambientale per una parte della città che tanto ha dato per lo sviluppo di Genova, delle sue industrie e del suo porto», come ha sottolineato Cavelli nel testo della mozione approvata.

Commenti