Gaffe di Bonafede, l'ordine degli avvocati di Palermo chiede dimissioni del ministro

Il ministro della giustizia ieri è incappato in una grave gaffe sulla differenza tra realto doloso e colposo: oggi il consiglio dell'ordine degli avvocati di Palermo ha chiesto ufficialmente le dimissioni

Non si placano le polemiche sul ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, dopo la gaffe di ieri durante la puntata di Porta a Porta: a chiederle nelle ultime ore non sono stati soltanto gli avversari politici del guardasigilli.

Ad avanzare la richiesta in tal senso è stato l’ordine degli avvocati di Palermo, uno dei più numerosi in termini di iscritti ed importanti a livello nazionale.

Come riporta Adnkronos, in una nota, gli avvocati del capoluogo siciliano hanno chiesto un passo indietro “immediato” da parte di Alfonso Bonafede dopo quanto dichiarato nella popolare trasmissione condotta da Bruno Vespa.

Il riferimento, in particolare, è alla frase rilasciata dal ministro secondo cui “quando il reato non si riesce a dimostrare il dolo e quindi diventa un reato colposo ha termini di prescrizione molto più bassi”.

Secondo l’ordine degli avvocati di Palermo, la gaffe è molto grave in quanto le dichiarazioni rilasciate dal ministro “sono del tutto errate dal punto di vista tecnico-giuridico”. Ma gli avvocati palermitani, nel chiedere le dimissioni di Bonafede, non hanno messo in risalto soltanto il problema relativo all’opportunità di un guardasigilli capace di scivolare in elementi basilari della conoscenza del diritto.

L’ordine degli avvocati di Palermo piuttosto ha puntato il dito sul fatto che la frase incriminata è stata pronunciata nel tentativo, da parte del guardasigilli, di spiegare il senso politico e tecnico dell’annunciata riforma sulla prescrizione: “Dichiarazioni del generesi legge nella nota ingenerano pericolosa confusione nell'opinione pubblica e l'avvocatura nutre il fondato timore che le riforme delle regole processuali e sostanziali, in ambito civile e penale, attualmente in discussione, siano basate sulla errata percezione e conoscenza degli istituti giuridici”.

La richiesta di dimissioni è stata inviata anche al consiglio nazionale forense, nonché al presidente del consiglio dei ministri, spiegando le ragioni sopra espresse.

Nella giornata odierna, la gaffe di Bonafede ha avuto risvolti politici non indifferenti, con buona parte delle opposizioni che hanno puntato il dito sullo “scivolone” tecnico del ministro: “Un pessimo esempio per tanti giovani studenti che proprio oggi stanno sostenendo la terza prova dell'esame di avvocato – ha chiosato la senatrice di Forza Italia Alessandra GalloneSe qualcuno di questi ragazzi scrivesse una simile stupidaggine verrebbe giustamente bocciato. Mentre Bonafede è addirittura ministro, rappresentante di una realtà triste, inefficace, dannosa che noi auspichiamo termini quanto prima”.

Sul caso è stato registrato anche l’intervento ironico di Vittorio Sgarbi, deputato e critico d’arte: “Il ministro della Giustizia “Malafede” ci ricorda ogni volta che parla – ha scritto Sgarbi – il suo passato nelle balere di Mazara del Vallo con il nome d’arte di “Alfonsino Dj”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 12/12/2019 - 22:17

Ma perchè hanno scoperto solo in questi giorni lo spessore culturale di questo analfabeta che sa solo ridere??? Complimenti all'ordine degli avvocati di Palermo ed a quelli dei 5S , anche se per questi ultimi non fu grande fatica scambiarlo per un piccolo genio.

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Gio, 12/12/2019 - 23:54

Lo scivolone tecnico è il meno: quel tomo non sa manco articolare tre parole in italiano. Del resto, con quella faccia da sfigato non ci si puà aspettare niente di meglio. Ma chi diavolo l'ha votato???

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Ven, 13/12/2019 - 00:05

Fategli rifare l'esame di procuratore... ma senza trucchi stavolta

Franz Canadese

Ven, 13/12/2019 - 00:07

Cheer up avvocati palermitani, fatevi una gassosina tiepida e il sig Ministro vi sembrera' piu' umano. A casa, a casa quam primum!

Ritratto di massacrato

massacrato

Ven, 13/12/2019 - 01:26

Se così è, ovvero se al ministro non sono chiare le nozioni del Diritto, come fa a fare una riforma in meglio? Per puro caso? Se non conosco bene i meccanismi, come faccio a revisionare un motore?

gianf54

Ven, 13/12/2019 - 07:21

Ahimè, purtroppo è questa la gente che abbiamo a governare questo sfortunato Paese...

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Ven, 13/12/2019 - 08:14

L'ennesimo completo incapace targato 5 stalle... ALLE URNE!

Giorgio5819

Ven, 13/12/2019 - 08:32

Dilettanti allo sbadiglio..... ma qualcuno crede ancora a questi improvvisati ? Sono scarti del vecchio pc riciclati in un mo' vi mento di ignoranti per vocazione.

dredd

Ven, 13/12/2019 - 09:01

Indice di grande ignoranza del diritto. Spero che tutti gli ordini si associno alla richiesta di quello di Palermo.

Sadalmelik758

Ven, 13/12/2019 - 09:26

Non è l'unico caso. Vi ricordate del "più migliore" ministro dell'istruzione?

obiettore

Ven, 13/12/2019 - 09:27

Questo è il frutto del 68.

cgf

Ven, 13/12/2019 - 09:43

Prima di riformare occorre conoscere cosa già esiste, giusto per evitare di fare delle brutte copie di quello che già c'è, non esiste un solo modo per... passare alla storia. Non c'è bisogno di riforme, ad esempio questi ultimi due governi passeranno alla storia per la preparazione e le capacità, soprattutto decisionali, dei ministri.

giovanni951

Ven, 13/12/2019 - 10:48

che tristezza questi 5 patacche.....non se ne salva uno.

Anonimo51

Ven, 13/12/2019 - 10:52

In tutto questo bailamme di governo attaccato con lo scotch, l'unico che e' convinto che sia quello migliore in assoluto, quello che risolve tutti i problemi degli italiani, compresa la fatidica prescrizione (da avvocato degli italiani), e' proprio GIUSEPPI. Che poi 300000 lavoratori rischino di perdere il posto di lavoro, beh per quelli, lui l'acqua non lo sfiora nemmeno.

schivalenza

Ven, 13/12/2019 - 10:59

Scivolone?! Questa uscita è una clamorosa dimostrazione di competenza, altroché "scivolone!". Incredibile! E' uno dei discrimini chiave di tutta la giurisprudenza ad ogni latidudine! E non è solo questione di addetti ai lavori: chiunque abbia un'accettabile competenza nella lingua italiana sa distinguere tra "colposo" e "doloso". Che il sistema giudiziario, e le vite di tante persone, siano in mano a incapaci del genere fa veramente cadere le braccia!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 13/12/2019 - 11:02

poveraccio che colpa ne ha se è rimasto ignorante.

Ritratto di scapiddatu

scapiddatu

Ven, 13/12/2019 - 11:07

U Picciriddu)))))))) Alfonso Bonafede, ridi, ridi, che mamma ha fatto i gnocchi!!! Risus abundat in ore stultorum. Crede di essere diventato Il grande Statista di Mazara del Vallo. Voglio, pertanto, ringraziare quei MilionI di connazionale che hanno votato M5Ss.r.l. auspicando un "cambiamento", comprendendo solo ora di essere stati ingannati e traditi. M5S s.r.l.: Cupi e parassitari "tribuni" ossessionati dalla brama di potere. Nel CSX ci sono molte persone false e ipocrite.... PEGGIO c'è solo e soltanto il M5S s.r.l.

Massimo25

Ven, 13/12/2019 - 11:12

Sgarbi lo ben inquadratO. DJ alla balera di Mazara del Vallo...niente di più e li deve tornare.. E questo é il ministro della giustizia...un crimine

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Ven, 13/12/2019 - 11:18

Non offendete la sua cultura... quella non è stata una gaffe.

pierk

Ven, 13/12/2019 - 11:20

quando questo paese metterà al posto giusto le persone giuste (intelligenti e competenti) e non i raccomandati cronici, solo allora potremo pensare di rialzare la testa e di contare qualcosa al di fuori dei nostri confini... per ora per l'europa (e non solo) noi siamo una barzelletta. "pizzaspaghettiosolemio"...vergogna!!!

Giovanmario

Ven, 13/12/2019 - 11:42

Anna 17.. hai inquadrato perfettamente il soggetto.. quando compare in tv, di questo gnomo brilla soltanto la sua dentatura, non so fino a che punto autentica..

Galeno2016

Ven, 13/12/2019 - 12:07

La verità è che agli avvocati non va giù la riforma della prescrizione. E intanto il loro sciopero fa rinviare il processo di Rigopiano e farlo scivolare verso una possibile prescrizione. Non si comprende in quale sottile gaffe sia incorso Bonafede. In realtà fa esplodere la loro frustrazione. Piuttosto gli avvocati italiani si documentino dove in Europa il sistema di prescrizione è simile al nostro. Da nessuna parte. Anzi solo in Grecia. Nel Regno Unito non esiste, in Francia e Germania è come proposto nel dl di riforma. Che ci ha chiesto più volte anche l'UE. Quindi gli avvocati italiani sono fuori dal tempo. E dall'Europa.

schivalenza

Ven, 13/12/2019 - 12:16

Scivolone?! Questa uscita è una clamorosa dimostrazione di incompetenza, altroché "scivolone!". Incredibile! E' uno dei discrimini chiave di tutta la giurisprudenza ad ogni latidudine! E non è solo questione di addetti ai lavori: chiunque abbia un'accettabile competenza nella lingua italiana sa distinguere tra "colposo" e "doloso". Che il sistema giudiziario, e le vite di tante persone, siano in mano a incapaci del genere fa veramente cadere le braccia!