Il viadotto chiuso sull'autostrada A19, Anas: "Già oggi parziale riapertura"

Ieri la chiusura a causa di un giunto danneggiato sul viadotto. Lavori avviati con urgenza. E Musumeci attacca: "Basta proclami e bune intenzioni"

Una corsa contro il tempo. Per riaprire almeno una parte della carreggiata. Gli sforzi dell'Anas sul viadotto Fiume Torto dell'autostrada A19 Palermo-Catania, dovrebbero vedere i loro buoni frutti già oggi. Gli operai hanno lavorato ininterrottamente tutta la notte per risistemare parte del giunto danneggiato ieri che ha costretto i vertici di Anas e la Polizia Stradale a chiudere l'autostrada A19 in direzione di Catania nel tratto compreso fra Termini Imerese e l'area industriale. Nella zona, già stamattina oltre 5 chilometri di coda.

L'allarme è scattato nella tarda mattinata di ieri. Un giunto del viadotto Fiume Torto presentava chiari segni di usura e danneggiamenti. Decisa la chiusura. Impossibile deviare il traffico sull'altra carreggiata, già ristretta per altri lavori. Il traffico viene così deviato sulla statale 113 che non è in grado di reggere una simile mole di veicoli. Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci: "La chiusura dell’autostrada Palermo-Catania dà, ancora una volta, ragione a noi che da due anni chiediamo un costante monitoraggio dell’importante arteria. A pagare l’inerzia e il menefreghismo dell’azienda di Stato sono, come sempre, i cittadini, costretti anche adesso ad affrontare disagi che potrebbero prorogarsi nel tempo. Al ministro delle Infrastrutture chiediamo per la Sicilia l’attenzione che l’Isola merita, al di là dei proclami e delle buone intenzioni".

Insomma torna l'incubo viadotto Himera, chiuso da oltre quattro anni e senza certezze sul completamento dei lavori. Anas ha iniziato immediatamente i lavori per cercare di sistemare una porzione di giunto tale da poter riaprire almeno una carreggiata e far defluire il traffico. Ma fino a quando non saranno completati i lavori, gli automobiliti dovranno usare la statale 113 Settentrionale Sicula uscendo obbligatoriamente a Termini Imerese per poi rientrare nell'area industriale. E gravi disagi alla circolazione si sono verificati proprio all'interno della cittadina di Termini Imerese che è stata "invasa" dai veicoli provenienti dall'autostrada. La città è completamente paralizzata. Le zone maggiormente colpite dal traffico sono via Falcone e Borsellino, via Consolare Valeria fino alle Poste di Termini Bassa. Decine gli agenti della polizia municipale, i carabinieri e la polizia sulle strade per tentare di gestire al meglio questa imponente mole di traffico inusuale. Disagi che dovrebbero terminare già oggi con la riapertura parziale del viadotto Fiumetorto.