Parla Barbara Berlusconi: "Per il patrimonio? Nessuna lotta"

La figlia del premier intervistata da Vanity Fair. Il futuro? Potrebbe essere in Mondadori. "Per un uomo politico non c'è distinzione fra vita pubblica e vita privata"

Parla Barbara Berlusconi:  
"Per il patrimonio? Nessuna lotta"

Milano - Il futuro potrebbe essere in Mondadori, il presente non prevede lotte fra figli per il patrimonio di Silvio Berlusconi: "A oggi non c’è nessuna lotta. E, se mio padre è uomo giusto ed equo, non ce ne saranno nemmeno in futuro". A parlare è Barbara Berlusconi, una delle figlie del premier e di Veronica Lario, intervistata da Vanity Fair in edicola da domani.

In politica il privato è pubblico "Penso che una società esprima un senso della morale comune. I rappresentanti politici che sono chiamati a ben governare, a far prosperare la comunità, sono anche tenuti a salvaguardare i valori che essa esprime, possibilmente a elevarli. Non credo, quindi, che un uomo politico possa permettersi la distinzione tra vita pubblica e vita privata". Ha proseguito la figlia del premier.

Una ragazza normale "La mia storia - ha spiegato - è quella di una ragazza che ha vissuto la sua giovinezza in modo sereno e normale. Non ho mai frequentato uomini anziani. Sono legami psicologici di cui non ho esperienza". E quanto al divorzio dei genitori, parla di un forte dolore e del desiderio di sostenerli entrambi. "Il dolore è grande, un valore e una realtà si stanno sgretolando. Più forte è il senso dell’unione familiare che uno ha, e nel mio caso è molto forte, più si amplifica la delusione. Ma almeno noi fratelli stiamo vivendo questo momento in età consapevole. Voglio essere vicina a entrambi i miei genitori, perchè quello che non traspare all’esterno è che la loro sofferenza è profonda e tocca entrambi".

Un grande amore E quando le si chiede se si tratta della fine di un grande amore, assicura che per Veronica Lario, senza dubbio, è così. "Sono sicura che lo sia stato per la mamma. Però di certo, in trent’anni di vita insieme, hanno sempre avuto a cuore il reciproco bene".

Commenti